Fantamondiale 2018 consigliati ottavi di finale

Fantamondiale 2018 consigliati ottavi

Ultimo aggiornamento:

Fantamondiale 2018 consigliati ottavi di finale. Scopriamo i giocatori su cui puntare a questo turno.

Dopo la partita Inghilterra-Belgio il quadro degli ottavi di finale si è finalmente definito. Tuffiamoci allora nell’analisi delle prime quattro partite degli ottavi che si apriranno con la suggestiva sfida tra Francia e Argentina e vedranno poi impegnati Uruguay – Portogallo, Spagna – Russia e Croazia-Danimarca.

FRANCIA – ARGENTINA

Per la Francia è arrivato il momento di mettere in moto e ingranare le marce alte. Dopo un girone tranquillo vinto non senza soffrire, subito agli ottavi arriva la delicatissima sfida con l’Argentina.

Per accendere la luce, i “Galletti” hanno bisogno del “Petit DiableGriezmann. Non ha lasciato il segno nel girone come ci si aspettava, questo è sicuramente il suo momento. A lui potete affiancare l’ottimo difensore Hernandez sempre propositivo in fase offensiva e propenso al bonus.

Per l’Albiceleste, la qualificazione ottenuta per il rotto della cuffia potrebbe dare la svolta a un mondiale fin qui deludente sotto tutti i punti di vista. Per uscire dal tunnel l’Argentina dovrà fare affidamento sul suo giocatore migliore: Messi dovrà scrollarsi di dosso un po’ di pressione e non c’è medicina migliore del gol per uno come lui. Da affiancare a lui, nel deserto offerto dalla selezione argentina, proviamo a pescare dal cilindro la scommessa Meza. In caso di difficoltà Sampaoli spesso si affida a lui e chissà che non possa proprio lui risolvere questo ottavo di finale delicatissimo.

Sconsigliamo vivamente i centrali di difesa di entrambe le squadre che nella fase a gironi non hanno per niente dato sicurezza né alla propria squadra, né tantomeno ai fantallenatori.

URUGUAY – PORTOGALLO

Altro ottavo di finale dal pronostico complicatissimo. Da un lato troviamo la tremenda coppia Cavani-Suarez che sembra aver trovato ritmo, e dall’altro il G.O.A.T., ovvero Cristiano.

Nonostante l’incredibile potenziale dei due attacchi, non dovrebbe essere una partita ricca di gol. Prevediamo una partita molto combattuta a centrocampo che potrà essere sbloccata da una giocata di un singolo. Se in casa Portogallo non ci sono dubbi su chi possa essere il “singolo” capace della giocata-qualificazione, in casa Uruguay dobbiamo soffermarci per un’analisi più accurata.

Oltre ai già citati Cavani-Suarez, il nome a sorpresa della partita potrebbe essere quello di Godin. In carriera tanti sono stati i gol pesanti messi a segno dal capitano e questa sembra essere proprio la sua partita (Cristiano Ronaldo permettendo).

Caceres potrebbe soffrire troppo la velocità degli esterni portoghesi, come la coppia di centrali Pepe-Fonte potrebbe subire le offensive degli avanti della “Celeste”.

SPAGNA – RUSSIA

La Spagna del neo-tecnico Hierro affronterà i padroni di casa della Russia. Sulla carta pare una partita dal risultato scritto, ma la Spagna non è quella degli anni migliori e la Russia potrà contare sull’apporto dell’intero pubblico.

Diego Costa è stato uno dei peggiori nella sfida contro l’Iran, vorrà riscattarsi. A lui sono da affiancare Isco, che pare quello più in palla degli spagnoli e Carvajal, che con i suoi cross può garantire importanti bonus in ottica fantacalcistica. Pique, apparso molto distratto, potrebbe soffrire la pressione del pubblico di casa e quindi è meglio concedergli un turno di riposo.

In casa Russia, l’infortunio di Dzagoev ha aperto le porte della titolarità a Cheryshev. Lui ha ripagato la fiducia con ben 3 reti. Ai tempi del Real è stato compagno di squadra di Ramos, chissà che questo non lo aiuti. Puntateci. Anche Mario Fernandes potrebbe rappresentare una buona puntata. Evitate Akinfeev, non proprio il primo portiere che ci viene in mente se si parla di affidabilità.

CROAZIA – DANIMARCA

La Croazia approda agli ottavi con l’etichetta di miglior squadra della fase a gironi. Dopo le brillanti prestazioni e le concomitanti figuracce di squadre più accreditate, non pochi si sono fatti avanti pronosticando una Croazia sul tetto del mondo.

Noi ci andiamo cauti e prima di dare giudizi avventati proviamo a individuare i punti di forza e i punti deboli dimostrati in queste prime partite.

Sicuramente il centrocampo è il fiore all’occhiello dei croati. Per la sfida contro la Danimarca, nella quale appaiono nettamente favoriti, sarà un’ottima scelta puntare su Perisic. Nel duello tutto “italiano” con Larsen dell’Udinese, pare nettamente avvantaggiato. Molto probabilmente i pericoli maggiori (e anche i bonus) arriveranno da quella parte. La Danimarca non è una macchina da gol, per questo Subasic potrebbe tornare a casa con la porta inviolata. Infondono meno sicurezza i centrali di difesa. Schierateli se non avete di meglio.

I danesi partono con tutti i pronostici contro, ma come hanno ben dimostrato nelle qualificazioni, non è impresa facile riuscire a fare gol a Schmeichel. Kjaer potrebbe uscire vittorioso dalla scontro con Mandzukic e sappiamo benissimo quanto possa essere pericoloso sulle palle inattive il difensore danese. Il centrocampo è da evitare. L’incredibile livello tecnico dei centrocampisti croati, potrebbe esporre a qualche cartellino di troppo i danesi. Unico che non rappresenta un azzardo se schierato è il solito Eriksen. Il ragazzo del Tottenham è l’unico capace di accendere la luce e guidare i suoi in un’insperata qualificazione. Da evitare assolutamente, come detto, gli esterni di difesa e i centrali di centrocampo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *