Falcinelli al Bologna: cosa fare al fantacalcio?

Falcinelli al Bologna

Ultimo aggiornamento:

SCOPRIAMO COSA FARE CON FALCINELLI AL BOLOGNA.

La cessione di Verdi fa ancora male e lascia un vuoto qualitativo davvero difficile da colmare. Risolto il contratto con Donadoni, spetterà a Pippo Inzaghi, reduce dall’ottima annata in B col Venezia, riportare sicurezza nell’ambiente rossoblu.

Partiti Di Francesco e soprattutto Verdi, il Bologna ha ingaggiato Santander dal Copenaghen e Falcinelli dal Sassuolo (con la benedizione di Di Vaio) per dare nuova linfa all’attacco felsineo. L’ex punta di Perugia, Crotone, Sassuolo e Fiorentina, dopo un anno complicato, riparte dalla Città delle due Torri. E chi meglio di Super Pippo Inzaghi potrà fargli da maestro riportandolo sulla retta via: quella del gol.

TECNICA/TATTICA

Chi se la scorda la sua stagione a Crotone di due anni fa: 13 gol alla prima in A e cavalcata pazzesca dei pitagorici fino all’insperata salvezza. Che fosse forte lo si sapeva dai tempi di Perugia nel campionato cadetto: anche lì, squadra sulle spalle, tante reti e aggancio ai playoff.

Il Sassuolo, detentore del cartellino dal 2010, non ci pensa due volte e se lo riprende subito. Ma qualcosa va storto. Non trova il giusto feeling coi neroverdi e a gennaio viene ceduto alla Fiorentina nello scambio con Babacar. Come vice di Simeone vede poco il campo e a campionato finito il suo score è impietoso: 32 presenze e 2 sole reti. Dal Falcio ci si aspettava sicuramente molto di più, ma ripetersi dopo ottime stagioni, se non superarsi, è sempre difficile per chiunque.

Fisicamente è molto forte e dotato di una discreta tecnica. Attaccante mobile con senso della posizione, può agire sia da prima sia da seconda punta. Il colpo di testa è la sua arma migliore, al pari dei suoi colleghi di reparto. Sa essere convincente anche palla a terra oltre che rapido nei movimenti smarcanti, skills che lo allontanano da Destro e Santander per avvicinarlo più a Palacio. Insomma, in lui troviamo l’anello di congiunzione tra il finalizzatore e l’incursore d’area di rigore: la sua duttilità farà sicuramente comodo a mister Inzaghi.

FANTACALCISTICAMENTE FALCINELLI AL BOLOGNA

Manca ancora tanto alla fine del calciomercato e a Bologna si lavora per consegnare al nuovo allenatore una squadra competitiva per centrare quanto prima la salvezza. Se lo sviluppo del progetto tecnico è in itinere, quello tattico sembra già definito: Super Pippo importerà il suo 3-5-2 che a Venezia ha prodotto ottimi risultati.

Falcinelli al Bologna troverà sicuramente spazio nella coppia d’attacco. Di questo siamo certi, considerata la concorrenza ampiamente alla portata. Se da titolare o subentrante è un altro paio di maniche. Dovrà convincere Inzaghi con prestazioni di livello, ma il ragazzo di Marsciano ha tutte le carte in regola per farcela.

CONSIGLI ACQUISTO

Con le cessioni di Verdi, Di Francesco e Masina, il Bologna perde i suoi migliori crossatori dal fondo e da palla inattiva. Considerato anche il modulo conservativo adottato dal nuovo allenatore, non aspettiamoci dunque numeri realizzativi importanti, almeno per adesso. Al Falcio spetterà l’arduo compito di massimizzare le (poche) occasioni a disposizione.

Acquistiamolo se cerchiamo qualità dalla panchina: sarà il quarto/quinto slot del nostro reparto offensivo. Un acquisto buttato lì, quasi per caso, che potrebbe rivelarsi vincente se l’ex Sassuolo dovesse sbloccarsi e trovare continuità. I fantallenatori più esperti lo sanno ed è per questo che il costo potrebbe lievitare: non spingiamoci oltre il 4% del nostro budget di spesa (max 20 crediti su 500 per capirci). A basso costo avremo comunque un attaccante titolare e pochi rimpianti, in caso di flop. E tutto da guadagnarci.

STATISTICHE DELL’ULTIMA STAGIONE

Presenze: 32

Gol: 2

Assist: 2

Cartellini: 1 (giallo)

 

Voi punterete su Falcinelli al Bologna nelle vostre fantarose?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *