Srna al Cagliari: cosa fare al fantacalcio?

Srna al Cagliari

Ultimo aggiornamento:

Srna al Cagliari: la “bandiera” croata che abbraccia quella dei quattro mori.

Lo “storico” terzino croato, nonché bandiera della nazionale croata di cui detiene il record di presenze, arriva a Cagliari a parametro zero. Gran colpo del presidente Giulini che ha convinto l’ex Shakhtar Donetsk, svincolato dagli ucraini, a sposare la causa rossoblu.

Per Srna si prospetta un campionato da protagonista, ruolo che lo ha indotto a preferire i sardi ai big money della Premier League e all’Inter di Suning che aveva tentato lo “scippo” in extremis.

Darjio Srna è indubbiamente uno dei profili attuali più internazionali del calciomercato estivo in Italia. A 36 anni esordirà in Serie A dopo 15 stagioni (8 da capitano) nello Shakhtar dove ha collezionato 493 presenze e 45 gol. Con la maglia dei Minatori ha vinto 10 campionati, 7 Coppe d’Ucraina, 8 Supercoppe d’Ucraina e una prestigiosa Coppa Uefa nel 2009. Il suo curriculum vanta anche la detenzione della fascia di capitano della sua Croazia per ben 9 anni e, come detto, il record di presenze nella storia dei vatreni con 134 gettoni e 22 reti.

Nel 2016 a seguito dell’eliminazione agli Europei di Francia per mano del Portogallo di Cristiano Ronaldo, prese la sofferta decisione di lasciare la nazionale. Nel settembre 2017, al termine  della gara di Champions League contro il Napoli a settembre, il croato venne poi trovato positivo a uno steroide: squalifica di 17 mesi e in buca l’intera stagione 2017-18.

Reduce da un biennio sfortunato, a Cagliari per cancellare l’infamia della squalifica e sfoderare gli ultimi colpi in canna prima dell’addio definitivo al calcio giocato. E il vecchietto di Metkovic pare avere tutta l’intenzione di dire la sua, ancora una volta, al suo diciannovesimo anno di professionismo.

TECNICA/TATTICA

Laterale destro di grandissima esperienza e leader come pochi. Giocatore fisico e ordinato sia in fase di ripiegamento, sia in quella offensiva, quando può agire da esterno alto. Dotato di un destro potente e preciso in grado di piegare i guantoni di qualsiasi portiere. Per anni è stato rigorista e tiratore da fermo dello Shakhtar e della sua Nazionale e spesso è stato decisivo proprio dai calci piazzati. In particolare, 16 su 21 i centri in carriera dagli undici metri.

Di contro, non è più dotato dello scatto di un tempo e potrebbe soffrire i duelli in velocità, soprattutto contro dei brevilinei rapidi e tecnici alla Insigne, per dirne uno. Non meravigliamoci dunque se dovesse risultare spesso falloso ed esposto ai malus: una volta superato, sarà costretto a buttar giù i suoi avversari, onde evitare pericolose imbucate dai fianchi nella sua area di rigore.

In più, i quasi due anni di inattività potrebbero farsi sentire sulle gambe ma, come sempre, sarà il campo a rivelare se Darjio potrà essere utile o meno al nuovo Cagliari targato Maran.

FANTACALCISTICAMENTE SRNA AL CAGLIARI

Scacciamo fin da subito quel cattivo pensiero che ci riporta a Van der Wiel, flop totale della passata stagione cagliaritana. Il confronto tra i due profili non regge, anzi non può esistere. Srna è un calciatore di altissimo livello che a Cagliari vuole lasciare il segno e che potrebbe trovare fin da subito grande feeling con Maran e la difesa a quattro.

Il croato sarà il terzino destro titolare nella retroguardia rossoblu a discapito di Faragò che avanzerà in posizione di mezzala nel centrocampo a tre.

CONSIGLI ACQUISTO SRNA AL CAGLIARI

Tanti di noi ricorderanno le lacrime del capitano croato durante l’esecuzione dell’inno nazionale in Croazia-Repubblica Ceca a Euro 2016. Appena cinque giorni prima aveva perso il padre a causa di una malattia degenerativa. Eppure era lì, in campo, stretto ai suoi compagni da capitano vero, le guance rigate dalle lacrime di un dolore ancora fresco. Perché oltre a essere un buon calciatore, Darjio Srna è anche questo: un uomo che si prende le sue responsabilità e se le assume fino in fondo. Come quando si autosospese volontariamente, in seguito all’esito dell’esame antidoping che lo portò alla squalifica, per non danneggiare l’immagine della sua famiglia e del club in cui militava.

Impossibile dunque non cedere al fascino di un giocatore che è già nostalgia. Se poi consideriamo anche le sue doti tecniche, beh … che aspettiamo a presentare la nostra offerta?

Le sue doti da rigorista e tiratore da fermo sono ben note, propiziatorie di bonus pesantissimi. Di contro, oltre ai limiti fisici, c’è da considerare il carattere forte, tipicamente balcanico, che potrebbe indurlo alla sanzione più del solito. Un altro punto a sfavore è rappresentato proprio dal Cagliari, squadra potenzialmente a rischio, cosa che influirà sulle valutazioni dei suoi elementi in caso (non isolato) di sconfitta.

Se partecipiamo a leghe numerose, dai 10 membri in su, possiamo tranquillamente considerarlo come prima alternativa valida (se non titolare) del nostro reparto arretrato. Cerchiamo di non spingerci oltre il 5% del budget (25 crediti su 500). Oltre sarebbe eccessivamente rischioso.

STATISTICHE ULTIMA STAGIONE

Non disponibili causa squalifica.

Rientro in campo autorizzato per il 23 agosto 2018 (salterà la prima giornata di Seria A).

 

Tu punterai su Srna al Cagliari?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *