Musso all’Udinese: cosa fare al fantacalcio?

Musso all'Udinese

Ultimo aggiornamento:

Juan Musso all’Udinese: scopriamo se è un acquisto da fare al fantacalcio.

Una porta argentina per l’Udinese di Velazquez. Arriva infatti dall’Argentina il nuovo portiere dell’Udinese. I friulani hanno deciso di affidare la propria porta a questo giovane di grandi speranze. Musso, con passaporto anche italiano, arriva dal Racing Avellaneda, nel quale ha totalizzato 80 presenze. Il classe ’94 ha firmato con il club friulano un contratto fino al 30 giugno 2023.

Di lui il preparatore dei portieri dell’Udinese, Alex Brunner, ha detto: “Musso è un ragazzo molto interessante. È un portiere con grandi qualità, soprattutto fisiche. Deve solo adattarsi alla realtà italiana, con un campionato che sappiamo essere molto difficile. Ci sono però tutte le qualità per diventare protagonista in positivo. Ha tutto per entrare nel cuore della gente come hanno fatto i vari Karnezis e Handanovic. Con lui e Scuffet, ragazzo nel quale comunque continuiamo a credere molto, abbiamo un’ottima batteria di portieri”.

L’Udinese dopo Meret e Scuffet riuscirà a lanciare nel calcio che conta anche questo giovane portiere di cui si parla già molto bene?

CARATTERISTICHE TECNICO/TATTICHE

Musso cresce nel settore giovanile del Racing Avellaneda, nel quale a 18 anni viene notato durante un provino e inserito nel vivaio del club. Passano 4 anni e nel maggio 2017 arriva la tanto attesa data del debutto in prima squadra. Fin da subito mette in evidenza le sue doti atletiche e fisiche. Resterà il portiere titolare del Racing fino al trasferimento a Udine. Tra i pali si nota subito un grande senso della posizione. Spesso i suoi interventi risultano scenografici, ma comunque sempre efficaci ai fini del risultato.
Caratteristiche principali del giovane portiere sono gli ottimi riflessi e una grande esplosività. Dotato di un fisico asciutto e longilineo (è alto 1,91 metri), è molto abile nelle parate a terra, anche con gli arti inferiori. Musso ha coraggio e capacità di attaccare la palla, soprattutto nelle occasioni più difficili, cercando di coprire quanto più possibile lo specchio della porta.

FANTACALCISTICAMENTE MUSSO ALL’UDINESE E CONSIGLI ACQUISTO

Il giovane italo-argentino arriva a Udine per fare il titolare e sostituire l’ormai anziano Bizzarri (andato al Foggia). Come concorrente per la porta avrà Scuffet, altro talento mai esploso ma comunque sempre un’ottima scelta che, statene certi, cercherà di prendersi i pali della porta a ogni indecisione del nuovo arrivato.

Le premesse riguardo questo ragazzo sono ottime: velocità, riflessi ed esplosività. Fin qui sembrerebbe tutto un sogno, ma … dobbiamo considerare il suo approdo in un nuovo campionato, e non un campionato qualsiasi, ma quello italiano, dove spesso molti giocatori ci mettono più del dovuto per ambientarsi. E’ chiaro che Musso non potrà essere la vostra prima scelta o il portiere su cui fare affidamento per 38 giornate di campionato. Potrebbe, però, essere un acquisto interessante come seconda scelta dietro a un portiere titolare di squadre di alta classifica.        Come detto in precedenza, sarà lui il titolare dell’Udinese, almeno all’inizio. La concorrenza in rosa, però, potrebbe metterne in discussione il ruolo alle prime indecisioni. È consigliabile, quindi, acquistarlo in coppia con Scuffet. In ogni caso, se decidete di puntare su Musso all’Udinese, non spendete più di 20/30 milioni (su 500).

Il nuovo portiere dei friulani non avrà comunque un compito facile. Nelle ultime stagioni l’Udinese ha sempre subito intorno ai 60 gol a campionato, soprattutto a causa di una difesa tutt’altro che imperforabile. Puntate su di lui se davvero ci credete e se volete magari potervi bullare un giorno, se vestirà la maglia del Real Madrid, dicendo ai vostri amici: “Alla prima stagione in Italia io l’ho preso, lo sapevo!”.

STATISTICHE Stagione 2017/2018 (Fonte Transfermarkt) 

Presenze: 28;

Reti subite: 35;

Cartellini gialli: 2;

Cartellini rossi: 0;

Clean sheets: 5.

L’articolo “Musso all’Udinese” è stato scritto da Alessandro Ticchiarelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *