Bruno Alves al Parma: cosa fare al fantacalcio?

Bruno Alves al Parma

Ultimo aggiornamento:

Bruno Alves al Parma: scopriamo se conviene ancora puntare su di lui.

L’esperto difensore portoghese è pronto per ritornare a calcare i campi del nostro campionato dopo l’esperienza a Cagliari di due stagioni fa. Lo farà in Emilia, per un anno, con la maglia del Parma.
Un sicuro titolare per la retroguardia ducale, che sostituirà così il suo storico capitano Alessandro Lucarelli, con un difensore di caratura internazionale e campione d’Europa in carica con la nazionale portoghese.

CARATTERISTICHE TECNICHE/TATTICHE

L’ex Porto compirà 37 anni a novembre. Si avvicina alla conclusione della sua onorata carriera, ma con ancora l’intenzione di dare qualcosa ad alti livelli. È il classico difensore centrale “brutto e cattivo”. Quello che affronta ogni partita come se fosse una questione di vita e di morte, senza farsi troppi problemi nell’eccedere in contrasti molto duri, anche se nelle ultime due annate è sembrato in grado di controllarsi, ricevendo non tantissimi cartellini (8 gialli e un rosso tra Cagliari e Rangers). Rimane comunque un difensore ancora efficace e capace di prendersi il ruolo di leader della difesa.
Non bisogna scordarsi poi, che Bruno Alves, oltre a essere sempre un pericolo nel colpire di testa, è soprattutto abilissimo nei calci piazzati, che fanno di lui un potenziale difensore goleador, anche se nelle ultime due stagioni ha messo a segno soltanto 3 reti.

FANTACALCISTICAMENTE BRUNO ALVES AL PARMA

Bruno Alves ha già assaporato la Serie A e quindi non avrà problemi ad ambientarsi in una città tranquilla come Parma.
Non dovrebbe neanche avere difficoltà ad assicurarsi un posto da titolare nel 4-3-3 con cui D’Aversa ha conquistato la promozione, soprattutto dopo il ritiro di capitan Lucarelli, di cui, per anzianità, ne sembra il naturale sostituto.
Al momento lui e Gagliolo sono i favoriti, anche perché il portoghese è destro, mentre l’italo-svedese mancino: sarebbe, quindi, una coppia ideale anche dal punto di vista tecnico. La concorrenza è debole con Iacoponi e Di Cesare.
Viene da un brutto infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fermo per circa due mesi in Scozia, facendogli registrare solo 20 presenze, ma ormai sembra acqua passata e, come abbiamo visto anche a Cagliari, non è un giocatore che ha bisogno di turnover (36 presenza in Sardegna). Anche dal punto di vista fisico, pertanto, sembra dare garanzie.

CONSIGLI ACQUISTO BRUNO ALVES AL PARMA

Un fattore fondamentale, non solo nella valutazione del difensore portoghese, ma di tutto il Parma in generale, è ovviamente legato alla conclusione del processo in atto sul presunto illecito a causa degli sms inviati da Calaiò ai suoi ex compagni di squadra allo Spezia, visto che c’è il rischio della Serie B.
Precisato questo, nel caso in cui il Parma venisse confermato in A, allora è giusto fare un pensierino su Bruno Alves. Sicuramente non rientra tra i top e in sede d’asta potrebbe addirittura essere sopravvalutato per via del nome altisonante. Non fatevi però ingannare e non entrate in aste di cui potreste pentirvi. Bruno Alves al Parma merita una chiamata, soprattutto in una lega a 10, anche perché un paio di gol potrebbe pure regalarli, ma consideratelo come una 6°/7° scelta, visto anche che il Parma al momento è una squadra parecchio incompleta. Per lui si può arrivare a spendere 5-6 milioni (su 500), altrimenti passate avanti.

STATISTICHE (Stagione 2017/2018)

Presenze: 19;

Gol: 1;

Assist: 1;

Ammonizioni: 3;

Espulsioni: 0.

Stagione 2016/2017 (fonte Gazzetta)

Presenze: 36;

Gol: 1;

Assist: 0;

Ammonizioni: 5;

Espulsioni: 1;

Media voto: 5,99;

Fanta-media: 5,81.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *