Djordjevic al Chievo: cosa fare al fantacalcio?

Djordjevic al Chievo

Ultimo aggiornamento:

Djordjevic al Chievo: sarà l’anno buono?

Nervosismo e attesa a Verona, sponda Chievo, per conoscere la penalizzazione che, molto probabilmente, verrà comminata al club del patron Campedelli. Dopo il sollievo per la retrocessione evitata, però, finalmente si potrà tornare a parlare di calcio. A cominciare dal mercato.

Manovre importanti, sia in entrata sia in uscita. Lasciano infatti Verona due icone (anche fantacalcisticamente parlando) come Castro, accasatosi a Cagliari, e Inglese, da tempo promesso sposo partenopeo. Arrivano però anche buone mosse in entrata. Il riscatto, importante, di Stepinski e gli acquisti di Tomovic e Djordjevic.

Andiamo ad analizzare proprio quest’ultimo.

Tecnica/Tattica

Classe 1987, nato a Belgrado, prima punta di peso e fisico imponente. Questo è Filip Djordjevic. Giocatore che, nei suoi tre anni a Roma, sponda Lazio, aveva lasciato intravedere doti tecnico-tattiche interessanti.

Grazie alla fisicità massiccia, il serbo apportava un contributo determinante nella Lazio di Stefano Pioli. Non un bomber di razza – 68 apparizioni in serie A con 11 reti – ma capace di proteggere palla e di far salire tutta la squadra, scaricando spesso sugli accorrenti esterni. Molti gol biancocelesti hanno visto il suo zampino nella manovra.

Poi l’arrivo di Simone Inzaghi. Da lì le prime difficoltà, le prime brutte prestazioni, le tante, frequenti panchine. Nulla da imputare al tecnico piacentino, sia chiaro: troppe davvero le chance gettate alle ortiche dal serbo. Nell’ultimo, quarto, anno a Roma, addirittura messo fuori rosa dalla società capitolina a causa dei continui rifiuti alle varie, possibili destinazioni. Provocando l’ira funesta del patron Lotito, decisamente non proprio avvezzo al perdono sportivo. Ora, trasferitosi a Verona, ha l’occasione per riscattarsi. Il Chievo è un treno da non perdere.

Fantacalcisticamente Djordjevic al Chievo

Come detto, non un bomber di razza per la vostra squadra, ma autore comunque di gol pesanti a Roma. Certo, però, che il serbo suscita fantacalcisticamente un paio di perplessità. Innanzitutto, il ragazzo è praticamente fermo da un anno. Sicuramente ci vorrà tempo per tornare al ritmo partita e per ritrovare la forma e la gloria di un tempo. Considerate poi, e qui viene la seconda perplessità, che il classe ’87 dovrà scalare le gerarchie di D’Anna e quindi non avrà la sicura titolarità. Lì davanti svetta per ora Stepinski, riscattato dalla società di Campedelli dopo la scorsa buona stagione.

Non sarà facile dunque ritrovare minuti per l’ex Lazio. Ma una volta riassaggiato il manto verde, saprà regalarvi i +3?

Consigli acquisto Djordjevic al Chievo

Dobbiamo essere molto cauti per quanto riguarda il suo acquisto. Con un ipotetico budget di 500 crediti in una Lega ad 8, non possiamo certo perdere fantamilioni dietro al suo acquisto. Meno del 5% del budget totale, per intenderci. La sua scarsa verve realizzativa e la non sicura titolarità impongono attenzione e cautela. Ovviamente nel calcio la sorpresa è sempre dietro l’angolo: se il serbo, avido di vendetta sportiva, ritrovasse gloria a Verona? Il classico attaccante decaduto alla ribalta nella provincia. Perché no? Si può tentare l’azzardo, ma come 5/6 slot d’attacco. Nella speranza di trovare un inaspettato bomber per pochissimi crediti.

Statistiche campionato 2016/17

Date le zero presenze nella scorsa stagione, ecco i numeri di Djordjevic nel campionato 2016/17

Presenze: 17

Gol: 0

Assist: 0

Cartellini gialli/rossi: 0

Media voto Gazzetta: 5.63

Media fantavoto: 5.63

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *