Quando è meglio fare l’asta del fantacalcio?

asta del fantacalcio

Ultimo aggiornamento:

Quando è meglio fare l’asta del fantacalcio?

Questa è una domanda che mi faccio da quando ho iniziato a giocare al fantacalcio. I miei compagni di lega preferiscono fare l’asta alla fine del mercato perché dicono che in questo modo hanno “un quadro più completo”. Difficile dar loro torto, ma in questo modo l’asta si fa sempre dopo un paio di giornate di Campionato e scovare sorprese diventa praticamente impossibile. Io sono uno che ama studiare le cose che fa per farle al meglio. Altrimenti preferisco non farle proprio. Questo non solo al fantacalcio, ma anche nel mio lavoro e nella vita di tutti i giorni. Se non parlo perfettamente una lingua, evito di lanciarmi in frasi del tipo “Per favor, can I have glass [ghiaccio]?”. Frase sentita davvero (!). Anche per quanto concerne il fanta, quindi, studio già da maggio per l’asta del fantacalcio. Cerco di informarmi per scovare giocatori che nessuno, o quasi, conosce. Sarà una bestemmia, ma quello che mi diverte di più non è vincere, ma appunto scoprire talenti per dimostrare quanto sono bravo come talent scout. Dai, tirarsela con gli amici dà una gran bella soddisfazione. Certo, se poi vinco non mi fa schifo.

Quest’anno ero certo che sarebbe arrivato il mio momento. Nessuno è preparato quanto me. Il mercato, almeno quello in entrata, chiudeva il 17 agosto e io ero pronto a svegliarmi il 18 mattina alle 5 per fare l’asta e stupire tutti. “Raga io il 18 sono via”, “il mercato in uscita è ancora aperto, aspettiamo”, “Dai, facciamo l’asta con calma durante la prima sosta”. Provo a spingere per fare l’asta almeno dopo la 1ª giornata: qualche colpo a 1 interessante si può ancora fare. Niente, la decisione a maggioranza è presa: ci vediamo dopo la 3ª. La mia preparazione certosina diventa praticamente inutile.

Adesso Piatek, Meite, Mraz, Zajc (pochi seguivano la Serie B), Pasalic (non certo uno sconosciuto, ma qualche dubbio 10 giorni fa poteva sollevarlo), E. Rigoni, Gerson, Kouamè sono sotto gli occhi di tutti e prenderli a 1 diventa impossibile, salvo che non si faccia un fantacalcio a 6. Che dire poi di Pavoletti e Berardi? Il 18 agosto sarebbero andati via, rispettivamente, con 30 e 10 crediti circa (partendo da 500), ma adesso? Anche il compagno di Lega più sprovveduto e meno preparato farà almeno un rilancio. Lo stesso Criscito, certo non uno sconosciuto, dopo la partita d’esordio ha acquistato valore (posizione avanzata e 2 assist per lui) e sarà difficile portarlo via a poco. Niente, a questo punto non mi restano che due possibilità: a) diventare “uno dei tanti” e fare l’asta anche su quelle che erano le mie scommesse; o b) cambiare completamente strategia e puntare sull’”esaltazione del momento”. Le sorprese più interessanti ormai le conoscono tutti? Bene, allora le lascerò perdere, ma rilancerò di qualche credito così da farle pagare agli altri un po’ di più e io cercherò di puntare su quei giocatori conosciuti che però hanno trovato meno spazio in queste prime giornate.

Qualche nome? Mi è sempre piaciuto Saponara e secondo me, salute permettendo, quest’anno ruberà il posto a Ramirez. Eysseric l’anno scorso ha deluso, ma i numeri li ha e se riesco a prendere qualche buon titolare in mezzo al campo ecco che il francese può rivelarsi un affare. Magnani è uno di quei giocatori che può essere preso a 1, massimo 2 crediti. Gioca nel Sassuolo e soffrirà molto in stagione, ma mi garantisce titolarità e in casa anche qualche bel voto. Bonus? Magari un paio di +3. Non è un goleador (solo 2 gol in carriera), ma è alto 190 cm e sui calci piazzati … Finora è sempre stato titolare, ma davvero qualcuno oserà rilanciare? Non credo. Anche Tonelli mi intriga. Non gioca da 2 anni e per ora fa la riserva, ma secondo me è più forte dei due che ha davanti (Colley e Andersen) e tempo 3/4 partite mi garantirà titolarità e almeno 2 gol!

Davanti chi prendo come attaccante di riserva? Petagna e Falcinelli te li tirano dietro dopo le prime 2 giornate, ma … il primo ha una stazza fisica importante e ha bisogno di qualche tempo prima di entrare in forma. Non mi garantirà 10 gol, ma 5/6 potrebbe farli e come riserva mi sta bene. Falcinelli è partito esattamente come ha finito la passata stagione: male. Io però credo in Pippo Inzaghi e sono certo che saprà risvegliare l’istinto del goleador anche nel suo attaccante (sperando che Falcinelli ce l’abbia quell’istinto).

In porta su chi punto? Lafont è stato pompato sin dal suo arrivo, quindi non andrà via a pochissimo. Meglio spendere poco per i portieri, ma puntare su quelli giusti. Do uno sguardo alla griglia portieri per evitare di fare errori da pivello. Skorupski è la mia prima scelta e con 2/3 crediti massimo dovrei portarmelo a casa. E’ un portiere che mi piace molto e che porta spesso a casa ottimi voti, parando anche qualche rigore. Per me che uso il modificatore è un’ottima scelta. Capiterà ogni tanto che prenda qualche gol di troppo, ma spero che l’atteggiamento difensivo del Bologna mi salvi da grandinate di malus. In ogni caso, cerco di tutelarmi prendendo un altro portiere a poco che si alterni spesso con il bolognese. Marchetti è la scelta più sensata. I due si alternano in ben 34 occasioni. Il Genoa, inoltre, in casa non subisce mai tanto. Anche Marchetti, tra l’altro, para qualche rigore. Se riesco a prenderlo a 4/5 crediti massimo (ma massimo), allora ok, altrimenti viro su Gomis. In questo caso l’alternanza è di 28 partite. Comunque interessante. La Spal è partita bene e l’anno scorso ha subito 59 gol. Non il massimo, ma in casa posso sempre sperare in buone prestazioni.

Perfetto, la strategia è pronta! Rileggo l’articolo e … anche quest’anno si vince il prossimo. Probabilmente non otterrò nemmeno l’Oscar per il miglior scopritore di talenti! Pazienza, potrò sempre dire che se avessimo fatto l’asta il 18 agosto avrei vinto facile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *