Atalanta: cosa ci hanno detto le prime giornate in ottica fantacalcio?

Atalanta

Ultimo aggiornamento:

Atalanta: cosa ci hanno detto le prime giornate in ottica fantacalcio?

Analizziamo formazioni, risultati e modulo di gioco dell’Atalanta.

“Alti e bassi”, è questo il leitmotiv nelle prime uscite stagionali delle Dea. I bergamaschi, infatti, hanno ottenuto una vittoria netta contro il Frosinone, un pareggio subito all’ultimo minuto in casa della Roma e una sconfitta interna contro il Cagliari nell’ultima giornata. Dopo tre partite di campionato, la banda di Gasperini si ritrova dunque 4 punti in classifica. Nel mezzo una clamorosa eliminazione dall’Europa League subita dal Copenaghen dopo la lotteria dei calci di rigore.

Nel primo match stagionale, la netta vittoria sul Frosinone per 4-0 con reti di Hateboer, Pasalic e doppietta del Papu Gomez, Gasperini ha schierato un 3-4-1-2 composto da: Gollini, Masiello, Djimsiti, Toloi; Gosens, Freuler, de Roon, Hateboer; Pasalic; Gomez, Barrow. I 3 cambi sono stati Zapata, Castagne e Pessina rispettivamente per Barrow, Gosens e Pasalic. Poco da dire sul match, l’Atalanta ha dominato in lungo e in largo il suo avversario mostrando una netta superiorità. Ottima prova di Pasalic, apparso integrato fin da subito nei sistemi di gioco di Gasperini.

Ben altro avversario ha affrontato la Dea nella seconda uscita stagionale: la Roma all’Olimpico. Il tecnico degli orobici ha stupito tutti schierando un 11 titolare composto da “riserve” o neo acquisti quali Mancini, Valzania, Pessina, Ali Adnan e Rigoni (nello specifico: Gollini; Mancini, Palomino, Dijmsiti; Castagne, Pessina, Valzania, Ali Adnan; Pasalic; Zapata, Rigoni).Quest’ultimo, attaccante interessante arrivato in estate dallo Zenith, è stato il man of the match dell’incontro realizzando una doppietta. Solo il gol nel finale di Manolas ha impedito all’Atalanta di tornare dalla trasferta romana con una prestigiosa vittoria.

La prima sconfitta in questo campionato è arrivata per mano del Cagliari, nell’ultimo turno di Serie A. I sardi si sono imposti all’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo per 1-0 con gol decisivo di Barella. Questo l’11 titolare scelto da Gasperini, modulo 3-4-1-2: Gollini; Djimsiti, Masiello, Mancini; Adnan, Freuler, de Roon, Hateboer, Pasalic; Rigoni, Zapata. Dalla panchina sono entrati a partita in corso Gomez, Gosens e Barrow rispettivamente al posto di Djimsiti, Adnan e Pasalic. L’Atalanta è apparsa ancora psicologicamente debole dopo la sconfitta ai rigori contro il Copenaghen che le è costata l’uscita dall’EL. La pausa per le nazioni arriva nel momento giusto per la compagine di mister Gasperini, che potrà lavorare sul pieno recupero fisico-mentale dei sui giocatori.

Atalanta: gli 11 titolari

Dopo l’uscita dall’EL in molti (compresi noi di CF) si saranno chiesti quale sarà la formazione titolare schierata ogni domenica da Gasperini considerando il campionato come unico obiettivo stagionale rimasto ai bergamaschi. L’Atalanta ha una rosa ampia, giovane e di qualità, costruita ad hoc per far fronte al doppio impegno (triplo considerando la Coppa Italia). Venuto a mancare l’impegno internazionale, Gasperini riproporrà il consueto turnover tanto odiato dai fantallenatori di tutta Italia? La risposta potrebbe essere sì. Il tecnico piemontese ama alternare i suoi giocatori in base alle condizioni di forma, proponendo giovani in rampa di lancio nel suo 11 titolare (vedi Barrow, Pessina e Mancini). Proviamo a ipotizzare un 11 titolare.

I ballottaggi iniziano già dal portiere. La scorsa stagione Berisha le ha giocamente praticamente quasi tutte, lasciando a Gollini poche chance di mettersi in mostra. Quest’ultimo, però, è partito titolare in questa stagione stupendo un po’ tutti. Il ballottaggio, come detto, sarà serrato e aperto fino all’ultimo momento.

I tre centrali dovrebbero essere Masiello, Toloi e Palomino. Giocatori esperti e già rodati dalla scorsa stagione. Attenzione però alla concorrenza di Djimsiti, tornato all’Atalanta dopo diversi prestiti, e del giovane talento Mancini.

Sulle fasce l’unico certo del posto dovrebbe essere Hateboer sull’out di destra. Mentre a sinistra si giocheranno il posto Gosens e Castagne con il primo favorito, anche se il belga sembra essere migliorato rispetto alla scorsa stagione e può giocare anche a destra. Anche Ali Adnan può giocarsi le sue carte. Ultimo nelle gerarchie sembra essere il neo arrivato Reca che deve ancora adattarsi al sistema di gioco di Gasperini.

I due centrocampisti centrali sono, forse, gli unici intoccabili della rosa: Freuler e de Roon sono fondamentali per il recupero palla e la densità in mezzo al campo tanto voluta da Gasperini. Le alternative saranno Pessina e Valzania.

In attacco la scelta è ampia: Ilicic (dovrebbe tornare dall’infortunio dopo la sosta) e Gomez dovrebbero giostrare alle spalle dell’unica punta Zapata, il vero colpo di mercato dei bergamaschi. Le alternative, come detto, non mancano di certo: Barrow può giocare sia a supporto di Zapata, sia al suo posto, mentre Rigoni ha esordito realizzando una doppietta contro la Roma nel ruolo di seconda punta mostrando tutto il suo talento. Senza dimenticare un giocatore poliedrico e capace come Mario Pasalic, già integrato negli schemi di gioco di Gasperini. Il croato, agendo da trequartista, non ha fatto sentire l’assenza di un giocatore fondamentale come Ilicic sfruttando tutte le sue abilità nell’inserimento. Anche lui avrà il suo spazio nel corso della stagione.

Atalanta: giocatori più o meno consigliati

In questi anni abbiamo imparato a conoscere ormai come gioca Gasperini: pressing offensivo, densità a centrocampo, difesa alta ed esterni in continua spinta sono i mantra del tecnico nato a Grugliasco. La difesa, al contrario della partita contro la Roma, concede poco agli avversari. Per questo motivo vale la pena puntare sui difensori atalantini, magari su uno tra Toloi e Masiello aggiungendo uno tra Mancini e Djimsiti per essere sicuri di averne almeno uno titolare. Questione più complessa invece per i portieri: Berisha e Gollini sono due ottimi portieri per il fantacalcio ma, per essere sicuri, bisogna averli entrambi in rosa. Altro giocatore consigliato è Hateboer, terzino di spinta e buoni voti: dovrebbe essere lui il titolare. Per non farci trovare impreparati potremmo prendere anche Castagne che in questa stagione potrebbe esplodere definitivamente. A centrocampo consigliamo con riserva i soli de Roon e Freuler: sono titolari e spesso prendono l’ampia sufficienza, ma i bonus non sono tanto nelle loro corde. Dal centrocampo in su troviamo le scelte più interessanti per la nostra fantarosa. Ilicic e Gomez sono ormai certezze del fantacalcio portando gol e assist ai loro fantamanager. Ottima anche la scelta di Pasalic: siamo sicuri che il croato troverà il suo spazio in questa Atalanta anche con il ritorno di Ilicic. Capitolo attaccanti: Barrow o Zapata? E’ il dilemma di molti fantallenatori. Noi preferiamo il colombiano che dovrebbe essere il titolare anche per l’investimento fatto dalla Dea per acquistarlo dalla Samp. Con Cornelius passato al Bordeaux, Barrow sarà l’unica alternativa. Il gambiano è una scommessa interessante: puntateci! Interessante anche il profilo di Emiliano Rigoni, attaccante argentino arrivato dallo Zenith San Pietroburgo. Giocatore veloce, tecnico e con un buon dribbling: ricorda forse, per le sue movenze, Angel Di Maria. Ha esordito alla grande nel nostro campionato realizzando una doppietta contro la Roma in trasferta. Listato attaccante perde un po’ d’appetibilità in ottica fantacalcio, ma potrebbe rivelarsi un ottimo colpo come 5ª scelta del vostro reparto.

Riuscirà l’Atalanta a confermare quanto di buono fatto nelle ultime stagioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *