Fiorentina: analisi delle prime partite in ottica fantacalcio

Fiorentina

Fiorentina : scopriamo cosa ci ha detto questo inizio di campionato

Giunti alla sosta in occasione degli impegni delle nazionali, la squadra di Pioli può sicuramente essere soddisfatta delle sue prime due partite, entrambe giocate in casa. Ricordiamo che la prima partita, a causa della tragedia di Genova, è stata rinviata e si recupererà a metà settembre.

Il modulo utilizzato finora è il 4-3-3Lafont è stato il portiere titolare, ma nelle prossime partite, a causa dell’infortunio muscolare patito contro l’Udinese, giocherà Dragowski. Il portierino francese rientrerà, verosimilmente, contro l’Inter il 25 settembre saltando quindi tre partite. In difesa i quattro sono stati Milenkovic e Biraghi sugli esterni, Hugo e Pezzella al centro. Anche a centrocampo e in attacco mister Pioli ha scelto gli stessi giocatori in entrambe le partite. Ovvero: Gerson, Edimilson e Benassi a centrocampo; Eysseric, Simeone e Chiesa in attacco.

Nella prima partita sono entrati Norgaard, Pjaca e Dabo rispettivamente per Edimilson, Chiesa e Gerson. Nel secondo match, oltre a Dragowski per Lafont, sono entrati Pjaca e Dabo per Eysseric e Gerson.

Fiorentina: gli 11 titolari e i primi cambi

Pioli sembra aver le idee abbastanza chiare circa gli 11 titolari della sua squadra, ma in realtà, a parte per la retroguardia, vi invitiamo a prendere con le pinze alcune scelte fatte finora. Ma partiamo dalla difesa. Il portiere titolare sarà Lafont, che si è dimostrato già affidabile. Anche i quattro difensori titolari saranno per la gran parte della stagione gli stessi schierati in queste due giornate. Ovviamente ci saranno giornate di turn over, ma Milenkovic, Hugo, Pezzella e Biraghi sono i difensori titolari della Fiorentina. A centrocampo e in attacco il discorso inizia a farsi un pochetto più complicato. Sì, perché fatta eccezione per Benassi, Chiesa e Simeone, gli unici tre sicuri del posto, gli altri hanno una concorrenza feroce e salutare all’interno della rosa. Veretout ad esempio era squalificato, ma già contro il Napoli tornerà a disposizione e siamo certi che sarà schierato nell’undici titolare. Pjaca è partito dalla panchina in queste partite ma, una volta che avrà assimilato le direttive di Pioli, sarà schierato al posto di Eysseric. Norgaard gode della stima di Pioli e si scambierà con Edimilson davanti alla difesa. Dabo è un tuttofare imprescindibile e, anche se magari spesso entrerà dalla panchina, collezionerà sicuramente un buon numero di presenze. Senza infine dimenticarsi di Thereau e Mirallas che, con la loro classe ed esperienza, risulteranno sicuramente utili nel corso della stagione. Pioli ha a disposizione una rosa probabilmente studiata per tre competizioni e l’esclusione dalla EL non ha giovato in tal senso.

Fiorentina: giocatori più o meno consigliati

La viola sembra una bella macchina sportiva. Squadra molto giovane, che gioca bene al calcio e che predilige una trasmissione veloce della palla tra un reparto all’altro con l’obbiettivo di servire il prima possibile i tanti giocatori di qualità presenti in rosa. Simeone si prodiga moltissimo al servizio dei compagni, probabilmente fin troppo. Quando imparerà a preservare un po’ di energie per l’area di rigore inizierà a segnare ancora di più degli altri anni. Chiesa cresce ogni partita. Benassi ha un senso della posizione ed una capacità di inserimento davvero notevoli. La difesa sembra rodata, essendo la stessa o quasi dell’anno scorso. Infine, ed è la cosa più importante, la viola ha a disposizione due squadre titolari. Perciò, chiunque entri in campo, non abbassa il livello medio della squadra.

Lafont è un buon portiere e, sebbene ora sia infortunato, è da prendere anche in relazione al costo relativamente contenuto.

Della difesa consigliamo Pezzella e Biraghi su tutti. Il primo è davvero affidabile, il secondo riesce, ogni partita, ad avere una/due occasioni e, inoltre, batte i calci da fermo! Anche Milenkovic ci piace, anche se vogliamo vederlo ancora qualche partita.

A centrocampo, giocassimo a Football Manager, probabilmente compreremmo tutti ma, vista la qualità della rosa, le certezza rimangono due sole: Chiesa e Benassi. Poco sotto mettiamo Gerson e Veretout. Il primo in particolare sembra aver già assimilato i dettami di mister Pioli, riuscendo già a conquistare la sua fiducia. Ancora un gradino sotto Edimilson. Non porta bonus, è vero, ma è un giocatore ordinato che difficilmente sbaglia un passaggio. Ricordatevi che, quando saranno tutti disponibili, è difficile che giochi tutte le partite, quindi è da prendere con Veretout o Norgaard!

In attacco Simeone è da prendere: farà ben più di 10 gol anche quest’anno. Pjaca, negli spezzoni di partita giocati, ha dimostrato di avere una classe fuori dalla norma. Se impara a giocare più con i compagni diventa un giocatore devastante, ma già da adesso è vivamente consigliato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *