Ronaldo alla Juve: cosa è lecito aspettarsi al fantacalcio?

Ronaldo alla Juve

Ultimo aggiornamento:

Ronaldo alla Juve: scopriamo come sono andati gli inizi di stagione degli ultimi 5 anni.

Se William Shakespeare fosse ancora tra noi probabilmente ci manderebbe un messaggio su Messanger e ci chiederebbe “Ronaldo o non Ronaldo?”. Noi di CF gli risponderemmo senza esitazioni “Ronaldo!” . Il problema, infatti, non è capire se conviene o meno avere il portoghese nella nostra fantarosa (perché anche mio nipote di 8 anni saprebbe che conviene averlo), ma capire se davvero vale la pena spendere metà o addirittura di più del nostro budget per lui.

In questo inizio di stagione il pallone d’oro in carica ha cominciato a rilento e lo dimostrano le sue statistiche. La Gazzetta dello Sport, forse di manica fin troppo larga, nelle prime 3 partite gli ha dato 6,5, 6,5 e 5,5. Un po’ più severa Fantagazzetta che non è mai andata oltre il 6 (6, 6 e 5). Per ora 0 assist e 0 gol. Davvero un magro bottino per il giocatore più forte del mondo (insieme a Messi). Ma la domanda è “è così strana la partenza sotto tono di Ronaldo?”. Abbiamo analizzato le precedenti 5 stagioni e forse i suoi possessori possono tirare un sospiro di sollievo.

Stagione 2013/2014 al Real Madrid

In questo caso il calciatore portoghese ha avuto bisogno di 3 giornate per sbloccarsi e da quel momento non si è più fermato. All’esordio contro il Real Betis per lui 0 gol e 0 assist. Un po’ meglio alla seconda uscita contro il Granada: il Real vince 0-1 e Ronaldo regala il primo +1 della stagione. Alla 3ª contro l’Athletic finalmente si sblocca e da lì fino a fine stagione farà 31 gol e 11 assist in 30 partite di Liga.

Stagione 2014/2015 al Real Madrid

Questa è sicuramente la miglior stagione di Ronaldo al Real Madrid. I numeri sono davvero impressionanti: 48 gol e 16 assist in Liga in 35 partite e addirittura 61 gol e 22 assist in 54 partite in stagione. Mostruoso. L’ex Manchester United questa volta ha segnato subito alla prima uscita contro il Cordoba e tra la 3ª e la 4ª giornata è riuscito a siglare ben 7 gol (3 contro il Deportivo la Coruna e 4 contro l’Elche).

Stagione 2015/2016 al Real Madrid

Ecco che, finalmente, leggendo i numeri delle prime giornate i possessori di Cristiano possono asciugarsi il sudore freddo che cominciava a inumidirne la fronte. Nelle prime 7 giornate il portoghese segna “solo” 5 gol, ma tutti nella stessa partita: alla 3ª giornata contro l’Espanyol segna una “quintupletta” e fornisce anche 1 assist. Nelle altre 6 giornate, però, resta a secco sia di gol, sia di assist. A fine stagione i numeri diranno 35 gol e 11 assist in 36 giornate.

Stagione 2016/2017 al Real Madrid

In questa stagione, complici anche i suoi 31 anni, Ronaldo viene impiegato un po’ meno in Liga per concentrarsi sulla Champions. Verrà schierato “solo” in 29 occasioni e riuscirà a segnare 25 gol, fornendo 6 assist. La sua stagione comincia alla 3ª giornata per un leggero infortunio. Esordio contro l’Osasuna e subito gol. Poi nelle successive 5 giornate il gol stenta ad arrivare: per lui un altro solo gol e 2 assist.

Stagione 2017/2018 al Real Madrid

Ed eccoci alla passata stagione, l’ultima con i Merengues. Anche questa volta Zidane tende a risparmiarlo il più possibile in Liga schierandolo 27 volte. Ronaldo risponde presente, come sempre, e segna 26 gol regalando anche 6 assist. In questo caso la sua Liga comincia alla 5ª giornata per una squalifica. Nelle sue prime 8 giornate segna solo 1 gol e fornisce 2 assist. Sembra in crisi, ma una volta sbloccatosi segna che è un piacere.

Cosa è lecito aspettarsi quest’anno da Ronaldo alla Juve?

Leggendo i numeri delle passate stagioni, ci rendiamo conto come nella maggior parte dei casi Ronaldo sia partito piano per poi scatenarsi. La sensazione è che anche alla Juventus il portoghese stia facendo il rodaggio e che una volta tolti i blocchi sarà difficile fermarlo.

Come scritto a inizio articolo, quindi, puntare sul portoghese è una scelta giusta, ma bisogna fare un paio di considerazioni. La prima è che nelle ultime 2 stagioni il portoghese ha giocato sempre meno in campionato per potersi scatenare in Champions League (12 gol in 13 partite nel 2016/2017 e addirittura 15 gol in 13 partite nella passata stagione) e sappiamo che la Juventus lo ha preso soprattutto per puntare alla Coppa dalle grandi orecchie! E’ quindi probabile che con l’inizio della Champions Allegri faccia un bel po’ di turn-over e che Ronaldo lasci spazio a qualche suo compagno. L’altra considerazione è quella banale e semplicistica, ma in parte vera, che sentiamo ogni giorno “la Serie A non è la Liga. Vedrete che Ronaldo farà fatica”. Ronaldo è un fuoriclasse e segnare è il suo mestiere, quindi che giochi in Liga, in Premier, in Bundesliga o in Serie A i suoi gol li farà sempre. Una differenza, però, c’è ed è indiscutibile. Se guardiamo le statistiche degli anni passati notiamo subito che spesso il portoghese segnava anche 3/4 gol a partita perché il Real vinceva le sue partite 4-0, 4-1, 5-0, 5-2, 5-3, 6-0, 6-3, 7-1 (tutti risultati fatti lo scorso anno). Per quanto la Juventus sia forte (e lo è), difficilmente in Italia si riescono a battere gli avversari, così frequentemente, con risultati tanto larghi. E’ quindi probabile che Ronaldo faccia qualche doppietta e magari anche un paio di triplette (difficile, ma assolutamente alla sua portata), ma sarà certamente più complicato rispetto a quando giocava nel Real. Non aspetattevi pertanto goleade ogni domenica perché la Serie A non è la playstation. Non aspettatevi dunque 35 gol in Campionato, ma 25/28 assolutamente sì.

In conclusione, per quanto scritto sopra, riteniamo che Ronaldo, Icardi e Immobile, esclusivamente a fini fantacalcistici, più o meno si equivalgano e che quindi il portoghese vada pagato come gli altri 2 top (magari qualcosa in più, ma poco poco). Metà budget ci sembra davvero troppo e se lo avete pagato così probabilmente avete sbagliato strategia. Siamo pronti a ricrederci ovviamente, ma solo il tempo (e Ronaldo) ci dirà chi aveva ragione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *