Lazio: analisi delle prime partite in ottica fantacalcio

Lazio

Ultimo aggiornamento:

Lazio: andiamo a scoprire com’è iniziato questo Campionato in ottica fantacalcio

Nella prima partita contro il Napoli Simone Inzaghi ha schierato il seguente 3-5-1-1: Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Badelj, Milinkovic-Savic, Caceres; Luis Alberto;Immobile

Subentrati: Bastos, Cataldi, Correa

Nella seconda partita stesso modulo: Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto;Immobile

Subentrati:  Badelj, Durmisi, Correa

Nella terza partita ancora 3-5-1-1 con la stessa formazione schierata nel secondo match (Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto;Immobile).

Subentrati: Murgia, Badelj, Caicedo.

Lazio: gli 11 titolari

Questi primi 3 incontri ci confermano quanto tutti ipotizzavano in precampionato: 11 titolari dell’anno scorso senza il partente De Vrij, più Acerbi. Ora sarà da vedere come l’inizio dell’Europa League determinerà il turn over. La prima cosa che viene da pensare è che saranno proprio le partite della competizione europea a subire principalmente impieghi di riserve.

Lazio: la panchina

I cambi dalla panchina non sono stati sistematici, né come uomini, né come minutaggi. Nelle prime due partite, con la Lazio che è andata sotto, l’apporto dalla panchina è stato di un minutaggio più elevato. Nell’ultima col Frosinone,  invece,  l’apporto dei panchinari si è concentrato negli ultimi 10 minuti.

Fino ad ora il maggiore minutaggio è stato a carico di un centrocampista (Badelj, che ha anche giocato una partita da titolare in sostituzione di Leiva, squalificato) e un giocatore offensivo (“El Tucumano“ Correa). Badelj è un giocatore che in mezzo al campo si sente, che sa giocare indistintamente a 3, 4 o 5, l’importante è utilizzarlo in mezzo e non sulla fascia. E’ sicuramente il primo ricambio dei vari Leiva e Parolo, per cui, soprattutto se abbiamo uno di questi due, possiamo pensare di prenderlo.

El Tucumano, invece, è un giocatore al quale mister Inzaghi chiederebbe di cambiare l’inerzia della partita. A guardarlo vien da dire che potrebbe fare qualunque cosa: alto, molto tecnico, un bel sinistro. Ciò non toglie che, a oggi, il giocatore non è riuscito a lasciare il segno come si sperava. Sicuramente in Europa League avrà modo di partire dall’inizio e quindi dimostrare se è arrivato a Roma il giocatore di Siviglia (dove ha giocato più recentemente e meglio) o quello della Sampdoria (dove giocava prima di andare in Spagna e non rendeva come ha fatto nella squadra andalusa).

Sugli altri giocatori subentrati è difficile a oggi fare valutazioni. Durmisi evidentemente non è stato ritenuto ancora sufficientemente integrato nei meccanismi biancocelesti. Bastos, dopo l’infortunio a Luiz Felipe (ritorno previsto per fine Settembre), è entrato, ha fatto un tempo, ma nelle due successive partite è stato impiegato Wallace. L’angolano, poi, non è più entrato. Caicedo conferma il suo ruolo di vice Immobile e nello stesso tempo di non riuscire ad andare oltre a questo.

Lazio: giocatori più o meno consigliati

La Lazio è partita piano, colpa di un calendario veramente ostico: nelle prime 2 giornate ha incontrato le prime due compagini del campionato scorso! Col Frosinone, invece, ci si poteva aspettare molto meglio, almeno in termini di risultato.

Con la ripresa del campionato si può pensare a una Lazio che salirà in classifica. Di conseguenza, in termini fantacalcistici, si può pensare ad acquistare diversi elementi di quelli che, fino ad ora, sono andati in campo.

Strakosha è un grande portiere? Chiedete a Cristiano Ronaldo! A parte la grossa parata a CR7, Strakosha ha dimostrato di essere ormai un signor portiere sul quale affidarsi senza particolari timori.

In difesa non è ancora arrivato il gol per Acerbi ma, a maggior ragione, presto porterà a casa il +3 (comunque al suo attivo c’è già un assist). Sul centro-destra Wallace pare abbia guadagnato posizioni, almeno fino a fine settembre quando tornerà Luiz Felipe.

A centrocampo e davanti le prime 3 partite non hanno portato particolari sorprese. Sicuramente, per questi reparti, non dobbiamo credere alle prestazioni che abbiamo visto. I vari Immobile e Luis Alberto hanno fatto un gol a testa e possono fare molto meglio confermandosi tranquillamente sui livelli dell’anno scorso. Idem per Milinkovic Savic che, fino ad ora, pare un suo cugino rispetto a quello visto l’anno scorso. Diamogli un po’ per riprendersi dopo il suo primo mondiale e tornerà lo schiacciasassi dell’anno scorso. Si è capito invece che Badelj darà una bella mano. Di conseguenza, soprattutto per chi ha già uno tra Parolo e Leiva, può essere un bel giocatore da acquistare in coppia (come già detto in precedenza).

Sulle fasce la situazione pare delineata. Marusic non ha, come i suoi compagni, portato particolari bonus fino a ora. C’è stata però la sensazione che il giocatore possa confermarsi rispetto a quanto fatto di buono lo scorso anno. Sulla sinistra, sebbene non piaccia a tutti, Lulic sembra non essere in discussione.

Per concludere, anche davanti la situazione non si schioda, praticamente “IMMOBILE”. Era, è e sarà il giocatore sul quale allenatore e fantallenatori punteranno per tutto il campionato per portare a casa punti importanti!

Ricapitolando Strakosha, Acerbi, Marusic, Luis Alberto e Immobile sono quelli che, fino ad ora, hanno fatto un po’ meglio. Wallace, Lucas Leiva, Parolo, Lulic e Radu hanno assicurato presenze, ma senza acuti. Milinkovic Savic troppo brutto per essere vero.

Insomma, tutti i biancocelesti possono dare di più e dopo la sosta lo faranno sicuramente. Per cui, se qualcuno preso dall’ansia e dalla momentanea ribalta di alcuni outsider vi propone uno scambio Benassi (vostro) per Milinkovic Savic (suo), voi fate finta di pensarci un attimo, passatevi un fazzoletto sulla fronte, fate finta di correre il rischio più grande della vostra vita e poi accettate! Ovviamente!

Sempre in mezzo al campo, V. Berisha tra qualche partita (2-3 al massimo) sarà pronto per esordire. C’è grande curiosità anche attorno a lui anche se, per avere spazi con continuità negli 11, avrà bisogno di qualche infortunio pesante. Idem per Correa. Ovvio che se abbiamo almeno uno tra Milinkovic Savic e Luis Alberto possiamo rischiare una coppia con un giocatore tra Correa e Berisha.

Dopo i consigliati facciamo un ragionamento su chi evitare: Bastos pare indietro nelle gerarchie di difesa, almeno al momento. Murgia e Cataldi, seppur validi e giovani, non sembrano poter insediare i titolari. Caicedo è da comprare solo se abbiamo già Immobile.

Un’ultima nota sul portiere Proto. Non giocherà in campionato più di tanto, ma è una vera garanzia. Chi ha già Strakosha lo prenda. Dovrebbe giocare alcune partite in Europa League e lì vedrete che ce ne renderemo conto tutti!

Ora godiamoci le Nazionali e poi di nuovo sotto! Buon campionato a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *