Inter: analisi delle prime giornate in ottica Fantacalcio

Inter

Ultimo aggiornamento:

Inter: cosa ci hanno detto le prime giornate in ottica fantacalcio?

Analizziamo formazioni, risultati e modulo di gioco dell’Inter.

In questo avvio di stagione, la squadra di Mister Spalletti ha faticato un po’. Settimana dopo settimana l’organico ha iniziato a trovare il suo equilibrio e la prima vittoria è arrivata alla terza giornata. L’esordio non è stato dei migliori perdendo, per uno a zero, la gara inaugurale a Sassuolo. Già dalla seconda partita si è visto qualche miglioramento anche se da un parziale di 2-0 rimediato nel primo tempo, il match è terminato 2-2 con il Torino che ha rimontato nel secondo tempo. Infine, nella terza e ultima partita di questo avvio di stagione, la vittoria per 3 a 0 a Bologna. Questa Inter ha ancora tanto da migliorare, ma andiamo a scoprire come si è schierata in campo nei vari incontri.

Nel primo match stagionale, Spalletti ha schierato un 4-2-3-1 composto da: Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Miranda, Dalbert (dal 1’ s.t. Perisic); Brozovic (dal 41’ s.t. Karamoh), Vecino; Politano, Lautaro Martinez, (dal 24’ s.t. Keita) Asamoah; Icardi. La partita è stata particolarmente spenta con poche emozioni da una parte e dall’altra. Le due manovre sono state molto lente e la partita è stata risolta da un calcio di rigore di Domenico Berardi.

L’esordio in casa contro il Torino, è stato totalmente diverso. Alla mezz’ora i neroazzurri conducevano per due a zero e sembravano aver imposto il proprio gioco. La partita però, è terminata 2-2 con il Torino che ha ribaltato il risultato. La squadra è scesa in campo con un 4-3-3 e gli undici titolari erano: Handanovic; Vrsaljko, Skriniar, De Vrij, D’Ambrosio; Vecino, Brozovic, Asamoah; Politano, Icardi, Perisic. Nel secondo tempo sono entrati Dalbert, Keita e Lautaro Martinez. Questa partita ha mostrato un Inter a doppia faccia, capace di colpire nel primo tempo e di staccare la spina nel secondo. La nota positiva è la prima rete in neroazzurro per De Vrij.

L’ultima partita è stata quella che ha visto l’Inter conquistare i primi tre punti in campionato. Una partita che sembrava chiusa è stata aperta da una giocata del Ninja Nainggolan, al primo goal i neroazzurri. Spalletti ha perso Icardi, Lautaro Martinez e Vrsaljko ma ritrova Nainggolan. Possiamo quindi vedere come è cambiata la formazione pur tornando al 4-2-3-1: Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Gagliardini, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Keita. Dalla panchina sono entrati Vecino, Vrsaljko e Candreva, quest’ultimo autore del goal del momentaneo 2 a 0. La pausa nazionali è servita al tecnico per provare qualche alternativa a partita in corso e per recuperare qualche acciaccato anche se, Vrsaljko è tornato piuttosto malconcio.

Inter: gli 11 titolari

I dubbi non sono molti con l’Inter che dovrebbe giocare con il 4-2-3-1. Tra i pali, nessun dubbio: c’è Samir Handanovic. La linea difensiva ideale è composta, partendo da destra verso sinistra, da Vrsaljko, De Vrij, Skriniar e Asamoah. Attenzione però perché D’Ambrosio può subentrare spesso potendo ricoprire tutti i ruoli della difesa. Anche Miranda giocherà diverse partite considerate le tre competizioni. Infine Dalbert che essendo fuori dalla lista UEFA, giocherà diverse partite. I due davanti alla difesa saranno Vecino e Brozovic ma, considerata l’esclusione dalla lista UEFA, le quotazioni di Gagliardini per una maglia da titolare in campionato salgono molto. Il tridente, alle spalle dell’unica punta Icardi è composto da Politano, Nainggolan e Perisic. Resta da capire dove e come verranno impiegati Keita e Lautaro. Il primo, la scorsa partita ha giocato prima punta ma all’occorrenza può giocare esterno o anche trequartista, un vero e proprio jolly per i milanesi. Lautaro invece può essere impiegato come prima punta o come spalla a supporto del Capitano Mauro Icardi.

Inter: giocatori più o meno consigliati

In questo avvio di stagione, la squadra di Spalletti è sembrata ancora un po’ sulle gambe. I neroazzurri sono stati vittima di infortuni che stanno colpendo sopratutto i nuovi acquisti Vrsaljko, Nainggolan e Lautaro Martinez, senza dimenticare il capitano Mauro Icardi. Partendo dalla porta consigliano Handanovic sicuramente il miglior portiere in ottica Fantacalcio. L’Inter ha una difesa solida e se in questo frangente di stagione sta subendo qualche goal in più, è perché siamo in un periodo di assestamento. La difesa quindi è consigliata sopratutto i due difensori centrali che hanno il vizio del goal. Prenderli in coppia con Miranda, vi garantirebbe una sicurezza in più nelle partite a rischio turnover. Asamoah e Vrsaljko vanno presi con le pinze. Il primo è un signor giocatore ma, anche in una splendida stagione come quella dello scorso anno, ha stentato un po’ in quanto a bonus. Il terzino croato invece è soggetto ad infortuni e potrebbe saltare diverse partite. A centrocampo vanno presi Brozovic e Nainggolan. Per il primo non bisogna pensare ad un grosso esborso economico e sopra il 2-3% del budget è sconsigliato vista l’incostanza, mentre il secondo è un vero e proprio top di reparto. In leghe numerose si può prendere anche Vecino garanzia di buoni voti e qualche bonus qua e là. Da evitare Gagliardini che non sarà sempre titolare e che ha il cartellino facile. I due top di gamma restano però Perisic e Icardi, garanzia di buoni voti e gol anche se in modo incostante. Discorso delicato per Keita, Politano e Lautaro Martinez. I tre calciatori vanno presi solo ed esclusivamente come scommesse e ad un prezzo minimo. Al momento non garantiscono ne titolarità costante ne bonus ma uno slot per una scommessa simile, si può conservare volentieri.

L’Inter sarà l’anti-Juve?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *