Giocatori a rischio turnover nella 6ª giornata di Serie A

turnover

Ultimo aggiornamento:

Tutti i rischi del turnover in questo turno infrasettimanale di campionato
Il turno infrasettimanale, le coppe europee e i big match del weekend successivo influiranno sulle scelte degli allenatori. Per questo ci sono molte possibilità di turnover tra le formazioni di Serie A in questa giornata. Passiamo in rassegna tutti i match e le loro possibili incognite.

Inter-Fiorentina – rischio turnover

Per i padroni di casa De Vrij dovrebbe riprendere il suo posto al centro della difesa al posto di Miranda, reduce comunque da una buona partita contro la Sampdoria, componendo il pacchetto arretrato con D’Ambrosio, Skriniar e Asamoah. In mezzo al campo dovrebbero giostrare Brozovic, in gol nell’ultima di campionato, e Gagliardini: quest’ultimo, non essendo stato inserito in lista Uefa, potrebbe rivelarsi utile per far rifiatare sia Vecino, sia Brozovic, in vista della partita di Champions di mercoledì prossimo. In avanti Keita potrebbe far rifiatare Politano, mentre dovrebbero essere confermati Nainggolan, PerisicIcardi. Per i viola, Pioli sembra intenzionato a confermare lo stesso 11 che ha battuto nettamente la Spal nel turno precedente. Occhio solamente a Gerson, che potrebbe lasciar spazio a Fernandes.

Udinese-Lazio – rischio turnover

Per i friulani i dubbi nascono dal centrocampo in su: al fianco di Fofana e Mandragora si giocano un posto Barak e Behrami, mentre in avanti Lasagna dovrebbe riprendersi il posto da titolare al centro dell’attacco, con l’intoccabile De Paul e Machis ai suoi lati. Per i biancocelesti, Caceres potrebbe rilevare Wallace in difesa e, soprattutto, potrebbero beneficiare di un turno di riposo Lucas Leiva, Milinkovic-Savic e Lulic, in vista sia del derby di sabato sera sia dell’impegno di Europa League contro l’Eintracht in terra tedesca. In avanti Luis Alberto dovrebbe riprendersi il posto al fianco di Immobile.

Atalanta-Torino – rischio turnover

Per i bergamaschi confermato il trio difensivo Toloi-Palomino-Masiello, ma resta l’incognita del portiere, con Berisha che potrebbe far riposare Gollini; cosa che potrebbero fare anche gli esterni Castagne e Gosens in mezzo al campo, a vantaggio di Hateboer e Adnan. In avanti grande abbondanza con Ilicic e Rigoni che potrebbero partire dall’inizio ai danni di Pasalic e Gomez, quest’ultimo uscito da San Siro con un piccolo problema e quindi da valutare. Terminale offensivo è Zapata in virtù del deludente Barrow. Nel Torino, l’unico cambio in difesa potrebbe essere Bremer al posto di Moretti, che ha sempre giocato finora e deludente contro il Napoli. De Silvestri ancora non al meglio, perciò sulle fasce potrebbe essere ancora il turno di Ola Aina e Berenguer, mentre in mezzo Baselli e Rincon si giocano una maglia da titolare. Attacco obbligato col tandem Zaza-Belotti, dato l’infortunio di Iago Falque.

Cagliari-Sampdoria – rischio turnover

Nei sardi l’unico cambio difensivo potrebbe essere Faragò al posto di Srna sulla fascia destra, a comporre il quartetto difensivo con Klavan, Romagna e Padoin. A centrocampo intoccabili Castro, Bradaric e Barella, così come il recuperato Joao Pedro sulla trequarti. In avanti difficilissimo il recupero a tempo di record di Pavoletti, pertanto il tandem può essere formato da Sau e Farias. Per i doriani, possibile inserimento di Colley al centro della difesa per far rifiatare uno tra Tonelli e Andersen, mentre sulle fasce dovrebbe restare immutata la presenza di Bereszynski e Murru. A centrocampo l’unico titolare fisso sembra essere Barreto, mentre Ekdal e Linetty rischiano di lasciare il posto rispettivamente a Praet e Jankto. In avanti confermatissimi Defrel e Quagliarella.

Genoa-Chievo – rischio turnover

Per i rossoblu confermato il solito trio difensivo. I ballottaggi riguardano il centrocampo con Lazovic che contende a Gunter un posto in fascia, così come Sandro potrebbe rilevare un deludente Hiljemark al fianco di Romulo. Altro ballottaggio potrebbe riguardare Bessa e Mazzitelli per una mediana più offensiva oppure più folta. In avanti l’ottimo Kouamé potrebbe rilevare Pandev per affiancare il capocannoniere Piatek. Nei clivensi D’Anna pare intenzionato a confermare l’11 delle precedenti uscite (più deludenti che vincenti), con l’unica variante rappresentata da Obi al posto di uno tra Hetemaj e Nicola Rigoni.

Juventus-Bologna – rischio turnover

Nei bianconeri si prevede un ampio turnover, in vista sia della partita col Napoli di sabato sera, sia dell’impegno casalingo di Champions contro lo Young Boys. Perin rileverà Szczesny tra i pali, mentre, dopo Bonucci (che rientrerà regolarmente al suo posto), anche Chiellini potrebbe beneficiare di un turno di stop a vantaggio di Benatia. In fascia Cuadrado rileverebbe Alex Sandro con Cancelo dirottato sulla sinistra. A centrocampo rientrerà Matuidi a comporre la mediana con Pjanic ed Emre Çan, mentre in attacco Bernardeschi giocherebbe al posto di Mandzukic, con Ronaldo e Dybala a comporre il tridente offensivo. Per gli ospiti, Inzaghi dovrebbe confermare l’11 che ha battuto domenica (a sorpresa) la Roma, con Krejci esterno sinistro al posto di Dijks, e Falcinelli e Santander tandem d’attacco.

Napoli-Parma – rischio turnover

Turnover importante anche per la squadra di Ancelotti, in vista della Juventus sabato e della trasferta di Liverpool in Champions mercoledì sera. Hysaj potrebbe riposare e fare spazio a Malcuit sulla destra, mentre dall’altra parte Mario Rui dovrebbe riprendersi il posto. In mezzo al campo potrebbe fortemente riposare Hamsik, con Fabian Ruiz pronto a sostituirlo al meglio. In attacco potrebbe essere riconfermato Verdi a discapito di Callejon, sia in caso di 4-3-3 sia di 4-4-2. Intoccabile Insigne, mentre Milik dovrebbe ritornare al suo posto da prima punta. Per il Parma, tutto confermato in difesa e in attacco per D’Aversa, con Deiola che, a centrocampo, potrebbe sostituire Luca Rigoni al fianco di Stulac e Barillà.

Roma-Frosinone – rischio turnover

Turnover tosto anche per i giallorossi, chiamati a risollevarsi dopo le ultime opache prestazioni, in vista del derby cittadino con la Lazio e l’impegno di Champions contro il Viktoria Plzen. In difesa potrebbe riposare Manolas, che le ha giocate tutte finora: al suo posto uno tra Marcano e Juan Jesus. A centrocampo possibile ballottaggio tra Pellegrini e Cristante, col rientrante Nzonzi al posto di De Rossi a dirigere le operazioni. In avanti, Ünder e Dzeko a forte rischio riposo, i cui posti possono essere presi rispettivamente da Kluivert e Schick, mentre El Shaarawy dovrebbe rientrare al proprio posto di competenza sulla sinistra. Nei ciociari, poco turnover da segnalare, se non Krajnc che può rilevare Capuano nel reparto arretrato, Cassata che può sostituire Maiello a centrocampo e in avanti il ballottaggio tra Ciano-Campbell.

Spal-Sassuolo – rischio turnover

Nel derby emiliano, per quanto riguarda gli estensi, gli unici cambi potrebbero essere Djourou al posto dello stakanovista Vicari al fianco di Cionek e Felipe. Valdifiori potrebbe sostituire Schiattarella in regia e Paloschi Petagna in attacco al fianco di Antenucci. Per i neroverdi, Magnani, che aveva ben impressionato al debutto in campionato contro l’Inter, potrebbe sostituire Marlon, componendo la linea a 4 difensiva formata anche da Lirola, Ferrari e Rogerio. In mezzo al campo dovrebbero esserci Duncan, Locatelli e uno tra Bourabia e Sensi, mentre in attacco, confermato Berardi, è lotta serrata tra Di Francesco e Babacar. Se dovesse prevalere il primo, Boateng agirebbe da punta centrale, mentre se dovesse avere la meglio il secondo, Kevin-Prince scalerebbe a sinistra.

Empoli-Milan – rischio turnover

Per i toscani il turnover potrebbe riguardare Maietta al posto di un finora deludente Rasmussen al centro della difesa, Pasqual al posto di Veseli come terzino sinistro e Brighi in mezzo al campo a comporre il reparto assieme a Capezzi e Bennacer, con Krunic che avanzerebbe sulla trequarti, come sostituto dello squalificato Zajc, a supportare l’azione offensiva di Caputo e La Gumina. Per i rossoneri, Gattuso, tenendo conto anche dell’impegno casalingo contro l’Olympiakos in Europa League, potrebbe optare per lasciare un po’ di riposo a Calabria sulla destra dando spazio ad Abate, concedendo il debutto stagionale a Cristian Zapata al posto di Musacchio (Caldara è in dubbio per dolori fisici) e facendo rifiatare in avanti uno tra Suso e Çalhanoglu con l’inserimento di Castillejo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *