Top e Flop 8ª giornata di Serie A

Ultimo aggiornamento:

Top e Flop 8ª giornata: scopriamo chi ha fatto meglio e chi peggio nell’ultimo turno di campionato

Sveglia, è lunedì! Ricomincia un’altra settimana di scuola, università o lavoro ma, soprattutto, è tempo di calcolare i risultati delle vostre sfide fantacalcistiche. Vi immaginiamo già lì, in trepidante attesa, a fissare il vostro smartphone: c’è chi è felice per una vittoria, chi si dispera per una sconfitta (in questo caso la vostra settimana sarà più lunga del solito considerando la pausa) e chi si accontenta di un pareggio. Al lunedì, insomma, tra un caffè e l’altro, ci poniamo mille interrogativi sul week-end appena trascorso: “Avrò mangiato troppo dalla nonna?”, “Quante birre ho bevuto ieri?”, “Chi sono stati i Top e Flop dell’ottava giornata di Serie A? “. Per i primi due dubbi non possiamo far altro che rimandare la questione alla vostra coscienza, mentre per la terza domanda ci siamo qui noi! Andiamo a scoprire dunque chi ha fatto meglio e chi peggio in questo turno di campionato.

Ottava giornata che ha visto l’ennesima vittoria della Juventus: i bianconeri passano a Udine grazie al solito CR7 e a Bentancur. Vittoria facile anche per Napoli e Milan che battono rispettivamente Sassuolo e Chievo. Immobile regala 3 punti pesanti alla Lazio: il suo gol è decisivo contro la Fiorentina. Il Torino ha la meglio sul Frosinone, che riesce addirittura a segnare 2 gol nella stessa partita (anche scrivendolo non ci sembra ancora vero!). Vittoria anche per il Cagliari che batte 2-0 il Bologna grazie alle reti di Joao Pedro e Pavoletti. Nel lunch match il Parma batte a sorpresa il Genoa per 3-1 a Marassi. Il gol dei padroni di casa è stato realizzato da un certo Piatek. Continua il periodo no per l’Atalanta che perde in casa contro la Sampdoria: decisiva la zuccata di Tonelli, durante la sosta ci sarà da lavorare per Gasperini. Vittoria sofferta ma meritata per la Roma che batte l’Empoli nell’anticipo di sabato delle 20:30. Infine vince anche l’Inter grazie a quello che è diventato un leit motiv dei neroazzurri: il gol nel finale.

Top e flop 8ª giornata di Serie A  

I 5 top 

Higuain

Il Milan è sempre più “Pipita-dipendente”. L’argentino sfodera una grande prestazione contro il Chievo realizzando una doppietta e tante giocate di pregevole fattura. Certo, la difesa dei clivensi non è proprio sinonimo di garanzia e solidità, ma il pipa è sempre al posto giusto al momento giusto, spietato in area di rigore. Lotta, dribbla, tiene palla, fa salire la squadra: si sta caricando i rossoneri sulle spalle, alla faccia di chi lo vedeva già scontento di aver sposato la causa milanista. Pepita d’oro.

Insigne

Dopo il gol vittoria nel match di Champions League contro il Liverpool, Ancelotti lo fa partire dalla panchina nella sfida casalinga contro il Sassuolo. In molti forse abbiamo pensato ad un Insigne “appagato” dal gol europeo e dunque meglio tenerlo a riposo contro i neroverdi. Invece no, lo scugnizzo napoletano entra al 70′ e realizza un super gol, uno dei suoi: destro a giro sul secondo palo alle spalle del portiere. E’ il top player di questo Napoli, sempre sul pezzo anche da subentrante: IN-signe!

Castro

Che partita del “pata”! L’argentino realizza due assist per i gol di Joao Pedro e Pavoletti, oltre a regalare giocate d’alta qualità in mezzo al campo. Dopo le iniziali difficoltà Castro sta assumendo un ruolo da protagonista in questo Cagliari che gioca bene e convince. Ci sarà un motivo se Maran l’ha voluto a tutti i costi anche in Sardegna. “Pata-Boom”. 

Tonelli

Probabilmente il difensore che ha stupito di più in queste prime partite di campionato: Tonelli è ormai una garanzia di voti e prestazioni sempre sufficienti. A Bergamo, nel match contro l’Atalanta, segna uno dei suoi gol di testa regalando la vittoria a Giampaolo ed un pesante +3 ai suoi fantamanager. Siamo sicuri che la spesa fatta durante l’asta estiva per acquistarlo non sia stata così onerosa: in tal caso vi siete assicurati un difensore solido e dal gol facile, complimenti!

Luca Rigoni

Lo sappiamo, avremmo potuto mettere uno tra Icardi o Dzeko per completare i Top di giornata, ma ci sembrava una scelta troppo scontata. Il nostro prestigioso premio va dunque al buon Luca Rigoni per premiare la mini impresa compiuta dal Parma. I ducali, con lo sfavore dei pronostici, battono per 3-1 il Genoa a Marassi grazie anche al gol del suo centrocampista, ex della partita peraltro. A voi, pochi fantamangar che l’avete schierato in questa giornata, va tutta la nostra stima! Per i cocktail passate pure dal bar, offre Rigoni.

I 5 flop 

Benassi

Il centrocampista della Fiorentina è autore di una pessima partita in quel dell’Olimpico. Sbaglia un gol già fatto non approfittando di un clamoroso errore di Wallace (anche lui finito dietro la lavagna) e non entra praticamente mai in partita. Forse ci aveva abituati fin troppo bene con i suoi gol nelle prime giornate, ma la prestazione fornita ieri è decisamente un passo indietro sia per Pioli che per noi fantallenatori. Il suo voto? 4,5: bene ma non Benassi. 

Danilo

Danilo è, attualmente, il difensore che ogni attaccante di Serie A vorrebbe trovarsi contro la domenica. Il brasiliano, infatti, è autore di una pessima partita contro il Cagliari, non la prima in stagione peraltro. Colpevole su entrambi i gol, è sempre in ritardo sugli attaccanti avversari. E pensare che doveva essere l’uomo di garanzia della difesa di Pippo Inzaghi. Che l’Udinese non abbia mandato in Emilia il fratello scarso?

Rossettini-Barba-Bani 

5, 5, 4.5: non è la media degli ultimi compiti di latino ma i voti portati a casa dai difensori del Chievo, rispettivamente Rossettini, Barba e Bani. Visto il loro impegno e desiderio di essere nominati in questa speciale classifica, abbiamo deciso di premiarli insieme e metterli tutti e tre dentro. Ok che davanti avevano un “mostro” come Higuain, ma concedere tutto quello spazio al pipita è un suicidio calcistico. Desideriamo esprime il nostro sostegno al povero Sorrentino: immaginiamo quanto sia dura comandare una tale difesa.

Ionut Radu 

Il giovane portiere romeno non conferma, almeno per ora, le belle parole spese per lui da parte del suo allenatore Ballardini. Nella partita di domenica contro il Parma si mostra insicuro in più occasioni (grave errore sul gol di Rigoni) e il suo voto ne risente inevitabilmente (4,5). La sensazione è che Radu abbia ancora molta strada da fare per diventare un portiere affidabile. Chance sprecata, almeno per ora.

Belotti

Il gallo non canta più. Lo schieri ad occhi chiusi in un match sulla carta facile contro il Frosinone, guardi il risultato finale, il Torino ha vinto realizzando tre reti, sicuramente una sarà la sua, almeno una! Apri il tabellino marcatori e leggi “Rincon, Baselli e Berenguer”: ha segnato addirittura Rincon, ma Belotti no, neanche un assist, solo un misero 5,5! Fantamangaer nella disperazione più totale. Ma Belotti è davvero così forte oppure è stato sopravvalutato? Lasciamo a voi le risposte.

Secondo voi chi sono i Top e Flop 8ª giornata? Fatecelo sapere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *