Top e flop 11ª giornata di Serie A

Top e flop 11ª giornata

Ultimo aggiornamento:

Top e flop 11ª giornata di campionato: scopriamo chi ha deluso e chi ci ha fatto gioire questo weekend.

Eccoci di nuovo alla rubrica dei Top e Flop 11a giornata! E’stata una giornata prevalentemente scoppiettante che ha visto soprattutto l’affermazione delle 3 big: Juve, Napoli e Inter. Non sono mancate interessanti sorprese.

La giornata è cominciata con i fuochi di artificio del San Paolo (Napoli-Empoli) in cui, con un risultato di 5 a 1, si è vista letteralmente la fiera dell’attaccante: piccoli, alti, giovani e meno giovani. Tutti a segno! Il risultato roboante ha portato purtroppo all’esonero di Andreazzoli. Nel sabato sono proseguiti i botti. L’Inter fa una “manita” al Genoa (si parla già di Juric che traballa! Avete presente? Quello che pochissimo tempo fa è stato l’unico a strappare un pareggio alla Juve). Fiorentina e Roma si fermano a vicenda dopo essersele date di santa ragione. La Juve, come succede quasi sempre con le piccole, fatica a battere il Cagliari, ma poi ne viene a capo. Gran finale alla domenica: stravince la Lazio sulla Spal. Il Chievo prosegue la sua scalata, ma verso il basso. Belotti riemerge dal pantano nel quale era terminato per fare passare una gran brutta domenica a Giampaolo e compagni. Parma e Frosinone evitano di farsi male. L’Atalanta conferma il suo super stato di forma e regola il Bologna al Dall’Ara. Il Milan fa tris e si conferma al quarto posto con un gol allo scadere del suo giovane capitano e baluardo Romagnoli.

Andiamo ora nel dettaglio dei Top e Flop 11a giornata: ne abbiamo analizzati 5 per entrambe le categorie.

Tra i top, lo diciamo subito, non metteremo Immobile. Abbiamo ritenuto opportuno, a parità di meriti, puntare i riflettori sul gallo Belotti che è tornato da un periodo particolarmente difficile. Questo non va a sminuire quanto di buono ha fatto in questa giornata il centravanti della Lazio.

Top e Flop 11ª giornata di Serie A

I Flop

Giaccherini

E’ chiaro, ci sarebbe da mettere tutto il Chievo. Tuttavia non si può non sottolineare quel (folle) colpo di petto a tempo scaduto che mette fuori causa Sorrentino. Il portiere si accascia al suolo sconsolato. Demoralizzato quanto chi ha schierato Giaccherini al fantacalcio! Ovviamente si scherza, auguriamo all’ex Juve di fare presto un gol del genere anche nella porta avversaria.

Stulac

In estate si decantavano le sue punizioni e i gol fatti a Venezia in Serie B. Fino ad ora solo oneste prestazioni. Purtroppo ieri, con quel fallaccio, ha messo in ginocchio varie squadre di fantacalcio che, magari, lo avevano schierato pensando a una giornata positiva (in casa col Frosinone). Rosso diretto e 3 in pagella. Gli auguriamo che poi, visto il periodo autunnale, riprenda a sparare le “castagne” che l’hanno reso appetibile quest’estate nei vari fantamercati.

Difesa della Sampdoria

Numeri alla mano sarebbe da mettere il solo Audero tra i flop. Con 4 gol subiti averlo schierato è più o meno come aver giocato in 10. Tuttavia, vedendo la partita, non si possono certo attribuire le colpe principali al portiere, ma a tutta la fase difensiva che è incappata in una giornata no.

Nuytinck

Altro elemento che questa domenica ha lasciato il segno, anche se ha giocato poco. Entrato alla fine si fa cacciar fuori “senza passare dal via”, tipo prigione del Monopoli.

Juric

Dopo 2 pareggi di cui uno (udite udite) con la Juve, il tecnico croato perde a San Siro 5 a 0 dopo aver perso all’ultimo secondo mercoledì contro il Milan. Già si parla di panchina che scricchiola. Mah! Che dire! Parlando di flop di giornata, Juric lo è stato sicuramente. Chissà se anche Piatek la pensa come noi visto che dall’arrivo del nuovo mister si è dimenticato di come si segna. Da vedere nei prossimi match se questo è stato per il tecnico croato un incidente di percorso o l’inizio di un periodo estremamente difficile.

I Top

Belotti

Se la Samp è finita tra i flop con tutta la difesa la colpa di chi è? Del Gallo Belotti che con una bellissima doppietta è tornato a cantare! Lo abbiamo messo tra i top non solo per i due gol, ma anche per la prestazione in generale. Sembrava davvero il vero Gallo! Vediamo se dura. A occhio e croce sembra di sì!

Mertens

“Ciro” Mertens con questa tripletta ritorna vicino alla vetta della classifica cannonieri. Complimenti! Dopo un po’ di turnover e qualche partita all’ombra di Insigne, oggi il belga più napoletano che esista si è ripreso la scena. Che parta dalla panchina o che sia subito tra i titolari, Mertens c’è!

Sirigu

Dopo tanti elogi ai vari portieri italiani emergenti oggi è il giorno di questo portierone che il suo, in Italia e in Francia, lo ha sempre fatto. Para un rigore a Quagliarella e porta a casa un super bonus! Siamo certi che non sarà l’ultimo. Portiere top che forse meriterebbe piazze più “importanti”.

Romagnoli

Altri difensori meritano insieme a lui una citazione (Mancini dell’Atalanta su tutti, ma per lui ci sarà un articolo a sé). Ci sembrava tuttavia giusto elogiare in particolare questo giovane capitano che, a fine partita, lascia la propria difesa, recupera palla in scivolata a centrocampo, va avanti, duetta, forse anche troppo, con Suso e, deciso come un pompiere, spegne ogni principio di dubbio sui rossoneri. Il capitano rossonero regala altri 3 punti allo scadere (dopo quelli di mercoledì contro il Genoa) e un importantissimo, quanto inaspettato, bonus ai suoi possessori.

Gagliardini

Attenzione attenzione! Doppietta di Gagliardini. Era da oltre un anno che non segnava e non dobbiamo dire altro. Grazie ai due gol ruba la scena all’altro giocatore nerazzurro che ritorna in grande stile dall’oblio (Joao Mario, complimenti anche a lui comunque! E a Spalletti che li ha rivitalizzati!). Unico dubbio: davvero qualcuno lo ha schierato o è stato un +6 “sprecato”?

Secondo voi chi altro meritava di essere inserito nella rubrica top e flop 11a giornata?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *