Roma: analisi in ottica fantacalcio dopo le prime 12 giornate

Roma

In questo rush finale di analisi squadre, è il turno della Roma del tecnico Eusebio Di Francesco. Avvio sottotono per la squadra giallorossa che attualmente è al sesto posto, a tre lunghezze dai cugini della Lazio che occupano l’ultimo posto valido per l’ingresso in Champions League. In estate ci sono stati dei cambiamenti sostanziali, sopratutto a centrocampo. La squadra ha perso due pilastri come Nainggolan e Strootman. In entrata però si registrano i colpi Olsen, Mirante, Santon, Marcano, N’zonzi, Cristante, Pastore, Zaniolo, Coric e Kluivert.

Roma: analisi rendimento

I giallorossi non hanno iniziato proprio per il verso giusto e quel sesto posto in classifica ne è la prova. I goal fatti non sono pochi, ben 22 mentre sono tanti quelli subiti: 15. La difesa è stata una delle cause di questo avvio negativo della squadra. Dopo qualche titubanza iniziale su Olsen, è venuto fuori che le lacune sono anche del reparto difensivo e del centrocampo che non fa filtro. Con il passaggio al 4-2-3-1, la squadra ha iniziato a giocare meglio e i primi risultati ci sono stati. Quello che bisogna evitare sono scivoloni clamorosi come è già accaduto contro Atalanta, Bologna e Spal.

Roma: giocatori Top 

Lorenzo Pellegrini

L’ex giocatore del Sassuolo, nonostante la giovane età, sembra essere in grado di trascinare da solo l’intero centrocampo giallorosso. Tecnico, aggressivo, veloce e tecnicamente dotato: è il prototipo del centrocampista moderno. In campo dimostra di saper fare tutto, da impostare l’azione fino a rifinirla in attacco. Fin qui ha giocato 9 partite in campionato realizzando un gol e 2 assist oltre ad una fantamedia del 6,5. Può crescere ancora nel corso della stagione, tenetevelo stretto!

Stephan El Shaarawy

Il faraone si sta ritagliando un ruolo da protagonista in questa Roma a suon di ottime prestazioni. I suoi numeri parlano chiaro: con 5 gol e 1 assist in 10 partite, EL92 è l’uomo in più di questa squadra. Dalle sue accelerazioni sulla fascia nascono gran parte delle azioni offensive create dai giallorossi. Sembra un giocatore rivitalizzato, utile a Di Francesco tanto quanto alle nostre fantarose. Puntiamo su di lui, potrebbe regalarci diverse gioie.

Alessandro Florenzi

Alessandro “core de Roma” Florenzi è anima ed essenza di questa squadra, la “romanità” fatta a persona, anzi a giocatore. Terzino tutto grinta, corsa e generosità come pochi altri sembra avere 4 polmoni per tutti i kilometri che macina in ogni partita. Ma non solo, con la sua tecnica riesce anche ad essere utile in fase offensiva proponendo assist interessanti per gli attaccanti. I suoi voti, ovviamente, raramente sono sotto la sufficienza e la sua fantamedia attuale ci da ragione: 6,8 impreziosita da 2 gol e 1 assist. Cos’altro dire, per vincere la “maratona” del fantacalcio un corridore come lui è sempre meglio averlo in rosa.

 

Roma: giocatori Flop 

Olsen  

Tra Alisson ad Olsen c’è una bella differenza e queste prime 12 partite di campionato ce ne hanno dato conferma. L’ex portiere del Copenaghen ha subito fin ora ben 15 gol in 12 presenze ottenendo una fantamedia del 4,75: non esattamente il massimo per un portiere di una squadra di vertice. Il giocatore svedese ha mostrato diversi limiti tecnici commettendo alcune gravi imprecisioni che ne hanno influenzato il suo rendimento. Tutti questi motivi ci hanno spinto ad inserirlo in questa poca invidiabile classifica. E poi, diciamocelo pure, è pur sempre una goduria inserire giocatori svedesi tra i flop dopo che ci hanno buttato fuori dal mondiale!

Patrick Schick

Lui, forse, un flop lo è sin dal primo momento che è sceso in campo con la maglia della Roma. Non ha mai effettivamente rispettato le grandi aspettative che dirigenza e tifosi ponevano in lui, sia da vice Dzeko che in coppia con il bosniaco. In questa stagione ha realizzato 1 solo gol in 6 presenze fornendo spesso prestazioni anonime e opache. La pazienza non suoi confronti sta per terminare.

Ivan Marcano

In molti avete acquistato il difensore goleador ex Porto convinti potesse prendere il posto da titolare e regalarvi tanti fanta-bonus. Il messicano, invece, ha giocato poco e male: in appena 4 partite è riuscito ad accumulare una pessima fantamedia del 5,25. A gennaio, inoltre, potrebbe salutare la Serie A andando a giocare all’esterno. Poco altro da dire: svincolatelo senza alcun rimpianto.

Diego Perotti

L’esterno argentino è uno dei giallorossi ad avere più mercato e la scorsa estate sembrava destinato a lasciare la Capitale. In un certo senso è come se lo avesse fatto, visto che in queste prime 12 giornate è sempre stato infortunato. Fin qui ha collezionato una sola presenza in ben 12 partite e indovinate che voto ha preso? Un bel 4 e mezzo che certifica la stagione da dimenticare, almeno fino a questo momento.

Edin Dzeko.

Il nostro caro Edin è stato pagato a peso d’oro in tutte le aste. Ad inizio anno era sicuramente un top di reparto ma in 11 partite ha segnato solo due goal ed effettuato solo due assist, davvero troppo poco per uno di quelli che doveva essere un top player. I pochi bonus hanno permesso alla sua fantamedia di alzarsi a poco più di 6 mentre la sua media è abbondantemente al di sotto del 6. Il bosniaco deve riprendersi ad ogni costo per risollevare le sorti dei propri fantallenatori.

 

Roma: analisi prossime 5 partit

I giallorossi, nelle prossime 5 partite, dovranno vedersela con: Udinese in trasferta, Inter in casa, Cagliari in trasferta, Genoa in casa e Juventus in trasferta. Non un calendario semplicissimo per la Roma che non può più perdere punti per strada per continuare ad inseguire la zona Champions League. La squadra del tecnico Di Francesco dovrà cambiare marcia se vorrà ottenere un buon bottino di punti in queste 5 partite. In particolare molto del futuro di questa squadra si giocherà nelle partite contro Inter (in casa) e Juventus (in trasferta). Inutile dire che la prima sembra essere quella più abbordabile, sia per il fattore “Olimpico” che per forza dell’avversario.

Roma: chi tenere in rosa e chi svincolare 

Dall’analisi che abbiamo fatto si evince chiaramente che Olsen non è un top di reparto e si potrebbe includere in scambi tra più reparti. In difesa Fazio e Manolas vanno tenuti, il primo per i bonus, il secondo per il rendimento costante. Da svincolare invece Marcano e Jesus mentre Kolarov va preso in coppia con Santon. Cancellate assolutamente Karsdrop e puntate forte su Florenzi.

A centrocampo Pellegrini va preso a tutti i costi mentre Pastore può essere una bella scommessa. Cristante e N’zonzi solo a prezzo di saldo visto che non garantiscono molti bonus.

In attacco Under ed El Shaarawy sono una marcia in più, teneteli. Schick è da svincolare il prima possibile mentre Dzeko si deve riscattare ma, per scambi vantaggiosi cedetelo comunque. Infine la scommessa da ultimo slot: Justin Kluivert.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *