Top e flop 14ª giornata di Serie A

Ultimo aggiornamento:

Top e flop 14ª giornata di Serie Ascopriamo chi ha deluso e chi ci ha fatto gioire questo weekend.

Un’altra settimana calcistica va in archivio. In questa quindicesima giornata possiamo dire di aver visto di tutto: dal gol in rovesciata di Chiellini (mai avrei pensato di scrivere una roba simile, almeno non da sobrio) alle sviste clamorose del Var (vedi il rigore non dato alla Roma nel match contro l’Inter). In questo weekend, dunque, non ci siamo di certo annoiati.

Tornando a ciò che ci sta più a cuore, dopo l’ultima partita di questo turno, il monday match tra Atalanta e Napoli, è tempo di gioire\disperarci per i nostri risultati fantacalcistici. Cerchiamo, allora, di capire chi ci ha fatto vincere e chi, al contrario, ci ha fatto perdere a causa dei loro voti e bonus\malus portati a casa.

Top e flop 14ª giornata di Serie A

I Top  

Zaniolo

Il baby fenomeno della Roma sta migliorando partita dopo partita dimostrando tutto il suo immenso talento. Contro l’Inter gioca una partita d’altissimo profilo tecnico e tattico, muovendosi alle spalle della punta (Schick) e fungendo da collante tra centrocampo e attacco. Con le sue giocate mette sempre in difficoltà la retroguardia neroazzurra e, se il Var avesse funzionato, si sarebbe conquistato anche un rigore netto. E’ un giocatore veramente interessante, un mix perfetto tra quantità e qualità. Complimenti alla dirigenza giallorossa per averlo portato nella capitale e complimenti anche a te, fantamanager lungimirante, per averlo inserito nella tua fantarosa.

Kurtic 

Il possente centrocampista sloveno gioca una grandissima partita contro l’Empoli del suo quasi omonimo Krunic usando molto bene la testa: con due “zuccate”,infatti, Kurtic realizza ben 2 reti regalando un punto importante ad una Spal in difficoltà. Tornato da un recente infortunio, l’ex giocatore dell’Atalanta ha dimostrato di essere un valore aggiunto per la Spal e chissà che non lo diventi anche per le nostre fantasquadre. Dopo una prestazione del genere, entra di diritto nella Top e flop 14ª giornata.

Milik 

Ci piace pensare che un po’ di merito sia anche nostro: nella precedente rubrica dei Top e Flop, quella riguardante la scorsa giornata, spronavamo Milik a riprendersi dalle ultime prestazioni negative e passare nella parte dei “Top” del nostro articolo. Il buon Arek, assiduo lettore e fans della nostra speciale rubrica, entra a pochi minuti dalla fine sul risultato di 1-1 e, al primo pallone giocato, sigla un grandissimo gol regalando una vittoria importantissima al Napoli. Ci auguriamo che sia il primo di una lunga serie, e poi si sa, CF porta bene!

Meritano una citazione anche Ansaldi (ben ritrovato) e il sempreverde Quagliarella autori di grandissime prestazioni nelle loro partite.

I Flop  

Zaza 

Ad inizio anno le aspettative su di lui erano molte: ci immaginavamo già la super coppia con Belotti e gol a grappoli per l’ex attaccante della Juve. E invece nulla di tutto ciò. In 12 partite disputate, Zaza ha realizzato solo un misero gol e un assist. Contro il Genoa gioca un’altra partita deludente portando a casa un’ammonizione e un voto basso per i suoi fantallenatori. La convivenza in campo con Belotti, almeno per ora, è bocciata così come la sua presenza nelle nostre rose.

Barella 

Altro giocatore ad averci deluso in questa giornata. Contro il Frosinone rimedia un cartellino rosso, l’ennesimo della sua breve carriera, dimostrando tutti i suoi limiti caratteriali e l’incapacità di capire quando tirare indietro la gamba. Per carità, le sue capacità tecniche non sono in discussione, ma questo è un limite sul quale il giovane centrocampista dovrà lavorare. Tornando al match contro i ciociari, si è visto un Barella decisamente spento e nervoso, incapace di mettere in campo quelle che sono tutte le sue qualità. Speriamo che il turno “di riposo” concessogli dal cartellino rosso ci restituisca un giocatore diverso e in grado di riaccendere la luce per il Cagliari e per noi amanti del fantacalcio. Un ottimo centrocampista in ottica Fantacalcio, ma per questa volta è nella parte bassa di top e flop 14ª giornata.

Danilo 

Il difensore del Bologna è l’anello debole della difesa di Inzaghi. La prestazione fornita contro la Sampdoria ce ne ha dato conferma: tanti errori, in ritardo con le marcature e un pessimo voto portato a casa. Siamo sicuri che molti di voi lo hanno acquistato nell’asta estiva o di riparazione puntando sulla sua esperienza e sul fatto che sia un difensore “low cost”. Il problema è che ad essere “low” non è solo il suo costo ma anche le sue prestazioni. Che sia giunto il momento di svincolarlo?

E voi chi avreste messo in questa classifica dei Top e flop 14ª giornata di Serie A?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *