Asta fantacalcio: su quali attaccanti puntare nel girone di ritorno?

Ultimo aggiornamento:

Questo girone di andata ha sovvertito molte aspettative per quanto concerne gli attaccanti: dai 13 gol (14 contando l’ingiustizia contro il Parma) di Piatek ai 2 miseri centri di Dzeko. Chi all’asta aveva puntato sul bosniaco o su Higuain, ad esempio, si troverà ad aver investito una cifra folle per un attaccante con una fantamedia da difensore. Al contrario, chi ha puntato sull’ormai eterno Quagliarella, o sul talento del Genoa, si è ritrovato con un centravanti che sfida il record (partite a segno consecutive) di Batistuta e il vice-capocannoniere dietro solo a Ronaldo. A Fabio mancano 2 gol per superare Re Leone: ci riuscirà? Nel frattempo, chi l’ha preso se lo gode. Arriva però l’asta di gennaio, il momento perfetto per riscattarsi, per ribaltare un girone di andata sotto le aspettative e la domanda è la solita “su chi puntare là davanti”? Vendere, comprare o svincolare? Di seguito andremo ad analizzare 7 attaccanti che a nostro avviso nel girone di ritorno si riconfermeranno o ci sorprenderanno, ma che non tutti si aspettano.

Mario Mandzukic

L’ex Atletico Madrid, nonostante l’imponente presenza di Ronaldo, ha siglato 8 centri (di cui molti decisivi) dimostrando per l’ennesima volta che Allegri, soprattutto nelle partite importanti, non può farne a meno. Mario si distingue per duttilità tattica, tante volte si allarga a sinistra e scende fino in difesa per aiutare, e per la sua tenacia fisica e mentale.

Cosa ci aspettiamo? La convivenza con Ronaldo si è dimostrata positiva per Mandzukic, il quale continuerà a giocare, nonostante i numerosi impegni e le rotazioni del mister, e a regalare gioie ai suoi fantallenatori, perché anche quando non segna porta buoni voti (e magari un assist).

Cosa fare? Non facciamoci ingannare dagli 8 gol considerandolo un top di reparto. Nulla da togliere a Mario, ma ci sono giocatori che segneranno più di lui. Nonostante questo avviso, il croato è da ritenere un grande giocatore: chi lo ha preso a inizio anno, nonostante la presenza di Ronaldo e Dybala, ha fatto un grande colpo. Comprarlo ora sarà più difficile. In definitiva, tenetelo a meno di offerte pazzesche e non svenatevi.

Arkadiusz Milik

Il centravanti del Napoli ha finalmente dimostrato le sue qualità con 10 gol, diventando così il primo marcatore per rapporto gol/minuti. L’arrivo di Ancelotti ha giovato al suo impiego, prima con Sarri il centravanti era il 12° uomo e difficilmente partiva titolare, ma in questo girone la fiducia che gli è stata data è stata ripagata. Se si vuole trovare un difetto in questo girone è l’aver segnato i gol a coppie (3 doppiette) e quindi con meno costanza.

Cosa ci aspettiamo? Il Napoli dovrà combattere su tre fronti e in alcuni casi giocherà Mertens, ma ciò non toglie che Milik partirà titolare in diverse occasioni. Finora ha giocato 16 partite di cui più della metà da titolare. Nel girone di ritorno ci aspettiamo maggiore costanza da un giocatore di questa qualità, ma comunque i gol arriveranno (magari anche su punizione come contro il Cagliari).

Cosa fare? A inizio anno il suo valore, vista concorrenza di Dries, era inferiore a quello di oggi, quindi acquistarlo sarà più difficile. Quello che consigliamo è di tenerlo quasi a priori perché, soprattutto in ottica fantacalcistica, parliamo di un top. Se trovate modo di acquistarlo, fatelo soprattutto in coppia con Mertens, ma anche da solo va più che bene.

Edin Dzeko

Il cigno di Sarajevo ha siglato solo 2 centri in questo girone di andata, entrambi nella prima parte, anche perché successivamente si è infortunato. Le qualità di Edin sono ormai note a noi tutti fantallenatori, ma anche chi l’ha avuto in precedenza o lo ha seguito sa bene quanto gli sia necessario un buon stato d’animo per rendere al meglio. L’infortunio e il rendimento dei compagni non lo hanno sicuramente aiutato.

Cosa ci aspettiamo? Nel girone di ritorno Dzeko sarà, ovviamente, il terminale offensivo della Roma e sicuramente si lascerà alle spalle questo triste girone di andata. Tornerà a segnare e cercherà riscatto a suon di gol. Ciò che ci si aspetta è una diminuzione della fragilità, a tratti dimostrata, da parte della Roma e quindi di un conseguente aumento di sicurezza da parte della rosa.

Cosa fare? Se lo avete, tenetelo, se non lo avete, prendetelo. Non ci sono vie di mezzo, soprattutto ora che molti cercheranno di liberarsene visto il rendimento di queste giornate. Potreste prenderlo a meno del suo valore e ritrovarvi con un top player. Super-consigliato!

Leonardo Pavoletti

Miglior marcatore di testa negli ultimi 3 anni con 19 realizzazioni, è questo il record che al momento detiene il bomber livornese. In questo girone di andata ha siglato 6 gol in 14 partite, nelle restanti 5 era infortunato o di rientro dall’infortunio. Leonardo ha dimostrato costanza di rendimento e ha confermato di segnare di testa in qualsiasi situazione.

Cosa ci aspettiamo? Pavoletti potrà confermare il suo rendimento nel girone di ritorno, giocando titolare (senza alcuna insidia dai panchinari) e dovendo fronteggiare solo i problemi alla schiena. Ci si aspetta un rendimento simile o superiore nella speranza di una condizione fisica migliore.

Cosa fare? Acquistatelo solo a prezzi ragionevoli. Evitate follie, ma soprattutto evitate di ritenerlo un giocatore di bassa fascia perché non lo è. Consigliato!

Christian Kouamè

Kouame doveva essere un gregario e magari fare qualche presenza sporadica, ma invece ha giocato tutte e 19 le partite di questo girone, siglando 3 gol e 3 assist. Numeri che non fanno impazzire per un attaccante, ma chi lo ha preso a inizio anno, vista la costanza di rendimento, ha fatto un vero affare! Occhio però alle voci di mercato che lo vedono al Napoli: il trasferimento arriverà a fine stagione presumibilmente, ma potrebbe distrarsi.

Cosa aspettarsi? Nulla di più e nulla di meno di quello che abbiamo visto nel girone d’andata, ovvero una buona costanza di rendimento abbinata a qualche bonus. Anche a causa della sua convivenza con Piatek gioca più lontano dalla porta rispetto al polacco. Non andrà di certo a siglare molti gol, ma come attaccante da schierare nelle partite più facili è un’ottima scelta.

Cosa fare? In certe leghe sarà svincolato, prenderlo a un prezzo ragionevole sarebbe un grande affare, ma occhio che a gennaio i prezzi salgono sugli svincolati e puntare esclusivamente su di lui potrebbe lasciarvi l’amaro in bocca. Il consiglio, in definitiva, è di prenderlo ma di stare attenti all’insidie dell’asta.P.s. se lo avete già preso. complimenti!

Francesco Caputo

L’ormai veterano di Altamura è la speranza dell’Empolidi ottenere la salvezza. Caputo con i suoi 8 gol sta dando un grande contributo e il suo rendimento si è dimostrato superiore alle aspettative stupendo tutti. Le uniche macchie di questo splendido girone di andata sono i 2 rigori sbagliati sui 3 calciati.

Cosa aspettarsi? Caputo tenterà di riconfermarsi a suon di gol. Ovviamente la speranza dei suoi possessori è che ci riesca, ma non è detto. Ciò che è sicuro è che sarà il terminale offensivo titolare e siglerà altri gol, ma forse qualcuno di meno. Mantenere un rendimento come questo sarebbe una grande impresa, ma la necessità di ripetersi per salvare l’Empoliglimetterà un po’ di pressione addosso. Difficile dire come reagirà, ma quel che è certo è che segnerà ancora.

Cosa fare? Come per molti bomber di piccole squadre, il prezzo di inizio anno è diverso da quello attuale, quindi il consiglio è di tenerlo anche come terzo attaccante se lo avete già, altrimenti prenderlo ora sarà più difficile. Non svenatevi, non stiamo parlando di un top. In definitiva, consigliato, ma non a prezzi esagerati.

Infine, un bonus track.

Domenico Berardi

Caro Domenico, oggi vogliamo, come dei bambini, credere ancora, avvolti nella totale ingenuità, che un giorno ci sveglieremo e vinceremo il fantacalcio con una tua doppietta, anzi ci basterebbe non perdere per le tue ammonizioni, non pensimo di chiederti tanto. Con affetto, i tuoi fantallenatori.

Scherzi a parte, la speranza è sempre la stessa, rivedere le grandi giocate di un Berardi che ormai sembra lontano, ma non troppo se si guardano le ultime prestazioni. Nulla di eclatante, ma ci fanno riporre fiducia in lui, ancora una volta, anche se non lo vogliamo.

Cosa aspettarsi? Razionalmente non ci dovremmo aspettare molto, ma è impossibile non sperare in un girone di ritorno superiore a quello di andata (dove ha siglato 3 gol e 2 assist). Rimarrà comunque titolare nella speranza di una svolta definitiva.

Cosa fare? Siete davanti a un bivio: cuore o cervello? A voi la scelta. Ciò che possiamo dirvi è di non prenderlo se soffrite di tachicardia. Tenetelo se non arrivano offerte sufficientemente abbordabili e cercate di rubarlo a poco. L’unica risposta definitiva la darà il campo.

Questi sono i 7 (6+1) attaccanti che secondo noi, per un motivo o per un altro, saranno protagonisti nel girone di ritorno. Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti e consultate la nostra guida per tutti gli approfondimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *