Higuain-Milan: fine di un amore mai sbocciato?

Higuain

Ultimo aggiornamento:

” Io, mammeta e tu…” era il motivetto di una nota canzone napoletana interpretata dal grandissimo Domenico Modugno. Testo della canzone che potrebbe essere anche adattato per descrivere la situazione Higuain-Milan, vero tormentone di questa sessione di mercato invernale. Dei tre soggetti del famoso ritornello, infatti, “Io e tu” potrebbero fare riferimento a Higuain e il Milan: partner di un rapporto quasi mai sbocciato e affiatato. Il terzo soggetto, ovvero “Mammete”, potrebbe identificarsi nel Chelsea di Maurizio Sarri che segue ad ombra il suo amato ex giocatore ai tempi del Napoli, pronto a spezzare il legame d’amore (?) tra “Io e tu”.

Fantasie musicali a parte, la situazione è ben più complessa di come viene ironicamente descritta nell’introduzione. Gli interessi in ballo, infatti, sono molteplici e la quadra della situazione è difficile dall’essere trovata. Proviamo a fare un po’ di ordine e capire come stanno realmente le cose.

Higuain pare aver espressamente chiesto la cessione ai dirigenti rossoneri. L’argentino non sembra pienamente convinto del progetto Milan e dei risultati fin ora ottenuti. Il pipita, dunque, accetterebbe di buon grado la corte di Sarri, il quale, non è certo un mistero, farebbe carte false pur di assicurarsi nuovamente le prestazioni del suo bomber preferito. Questi sono, però, gli unici tasselli allineati di un puzzle a mille pezzi. Almeno ad oggi. Il Milan, dal canto suo, prima di dar via il suo giocatore più rappresentativo ci pensa non una ma mille volte. Sia perchè dovrebbe prima trovare un attaccante di pari livello per sostituire l’argentino (e in giro non ce ne sono molti) sia perchè non vuole perdere pezzi utili alla rincorsa Champions. Senza contare il fatto che i rossoneri hanno già speso circa 18 milioni di euro proprio per il prestito di Gonzalo dalla Juventus (in caso di partenza verso Londra ne ritornerebbero 9 nelle casse milaniste). I bianconeri, altra parte potenzialmente coinvolta nell’affare, non vogliono correre il rischio di ritrovarsi Higuain in rosa a fine stagione e vorrebbe cederlo definitivamente. Arriviamo infine alla terza società coinvolta nell’operazione: il Chelsea. Mentre dalla parte tecnica, ossia quella di Sarri, c’è la volontà di portare il ragazzo a Stamford Bridge, da quella amministrativa non filtrano le stesse sensazioni. Sia perchè Abromovich non parrebbe intenzionato a sborsare 36 milioni di euro per un giocatore over 30 sia perchè i blues hanno in rosa già due prime punte di valore come Morata e Giroud. A corollario di tutto ciò potete ben capire quanto sia complessa tale operazione, ma non impossibile.

Ma cosa potrebbe accadere da qui al 31 gennaio, termine ultimo utile per acquistare o cedere giocatori? Proviamo a individuare 2 ipotesi:

Ipotesi 1: Higuain resta al Milan

Al momento è forse l’ipotesi che nessuno prende seriamente in considerazione, tranne Gattuso. Ipotesi che potrebbe verificarsi proprio in virtù della difficoltà della trattativa. Anche considerando tale situazione occorre valutare con che spirito affronterà il pipita la seconda parte di stagione: avrà voglia di riscattarsi sul campo confermando di essere un grande campione oppure si mostrerà ancora per quel giocatore svogliato e fuori forma ammirato nel girone d’andata? Ai posteri l’ardua sentenza.

Ipotesi 2: Higuain va al Chelsea

L’argentino dirà addio alla Serie A e al fantacalcio salutando tifosi e fantapossessori. Sarebbe l’ipotesi più dolorosa sia per i tifosi milanisti che per chi lo ha in rosa: perdere uno come lui al fantacalcio fa sempre male. In tale evenienza bisogna vedere come il Milan rimpiazzerà il vuoto numerico e tecnico lasciato dall’ex Real Madrid: i rossoneri a quel punto resterebbero con il solo Cutrone in rosa. A tal proposito si parla tanto di Piatek e Morata, coinvolto in uno scambio di prestiti proprio con il Chelsea.

Passiamo ora al punto che forse ci interessa di più: cosa fare con Higuain al fantacalcio?

E’ una scelta difficile e immaginiamo l’ansia che voi, fantamanager di Gonzalo, avete in questi tribolanti giorni. Il nostro consiglio comunque è quello di tenerlo, per molteplici fattori. La partenza dell’argentino, per i motivi sopra elencati, è tutt’altro che scontata. Nel caso in cui rimanesse sotto l’ombra della Madonnina, Higuain potrebbe ritrovare i giusti stimoli per riportare il Milan in Champions a suon di gol. Infine, anche in caso di una sua partenza, potreste recuperare i crediti investiti in estate per acquistarlo (immaginiamo non saranno pochi) e reinvestirli sui nuovi arrivi del nostro campionato (vedi Sansone, Gabbiadini o Muriel). Senza contare il fatto che il sostituto acquistato dal Milan potrebbe essere una punta forte e internazionale (Morata o Falcao).

E tu cosa farai con Higuain? Scrivicelo nei commenti.

2 commenti su “Higuain-Milan: fine di un amore mai sbocciato?”

  1. È un problema serio perché nella mia lega abbiamo deciso di tenere aperto il mercato fino al 18 e poi riaprirlo inizi di febbraio, se Higuain rimane non mi cambia nulla ma se.va.via e.al Milan va.piatek sono nella merda perché non lo scambiano e non potrei fare offerte con i soldi di Higuain perché già qualcuno prenderà Muriel Gabbiadini ora

    1. Nel tuo caso ti consiglio di cederlo prendendo gli eventuali crediti e puntare su giocatori svincolati di sicuro affidamento (vedi Gabbiadini o Sansone).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *