Juventus: come cambia la difesa dopo l’infortunio di Bonucci

Ultimo aggiornamento:

Stop per il difensore juventino che resta in dubbio per la sfida di Champions contro l’Atletico Madrid, scopriamo le possibili soluzioni di Allegri.

Nel corso della giornata di ieri, Leonardo Bonucci ha riportato un trauma distorsivo alla caviglia destra con interessamento capsulo-legamentoso. Il calciatore ha già iniziato le terapie del caso“. Recita così il comunicato della Juventus, togliendo il dubbio ai molti che hanno visto uscire Bonucci al 40° della sfida poi vinta 1-2 contro la Lazio.
Le prime stime indicano circa 3-4 settimane di stop per il difensore bianconero e della Nazionale, lasciando in dubbio la sua presenza per la doppia sfida europea contro l’Atletico Madrid.

Come sopperirà Allegri all’assenza di Bonucci? Ecco i possibili scenari!

Tenendo Chiellini come punto fermo della coppia centrale, salgono indiscutibilmente le quotazioni di Rugani per affiancare il capitano bianconero.
Molto indietro, a causa dei frequenti problemi fisici, sia Barzagli sia il nuovo arrivato Caceres che non sembrano garantire l’affidabilità richiesta dal tecnico livornese.
De Sciglio potrebbe essere adattato a centrale come dichiarato dallo stesso Allegri nel post partita all’Olimpico, ma anche questa sembra una soluzione molto estrema. Ancor più complicato sarebbe il ritorno alla difesa a 3 in quanto il numero di centrali a disposizione non sarebbe sufficiente.

Un’ulteriore soluzione potrebbe arrivare in questi ultimi giorni di mercato: la partenza di Benatia potrebbe costringere la Juventus a sondare il terreno per un nuovo acquisto.
Al fantacalcio, per stare tranquilli, bisognerebbe puntare su Rugani nel mercato di riparazione, in quanto il difensore italiano è al momento il centrale di riserva di Bonucci e Chiellini. Con l’acquisto di Caceres e/o Barzagli in coppia con uno dei due titolari non si è certi del voto ad ogni giornata.

2 commenti su “Juventus: come cambia la difesa dopo l’infortunio di Bonucci”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *