Mihajlovic al Bologna: le novità al fantacalcio. Destro riacquista appeal!

Bologna

Ultimo aggiornamento:

Dopo la pesante sconfitta casalinga contro il Frosinone, il Bologna ha messo alla porta Inzaghi e si è affidato a una vecchia conoscenza: Sinisa Mihajlovic. Ieri c’è stata la conferenza di presentazione del mister e qualche interessante notizia in ottica fantacalcio è venuta fuori.

Ecco i passi più significativi della conferenza: “Sono convinto che questa squadra si possa salvare. Se non fossi stato convinto non sarei venuto. Mercato? C’è poco tempo, ma se ci dovesse essere bisogno di qualcosa il direttore farà di tutto per farla. Questa squadra per come la vedo io e per come è stata rinforzata a gennaio può fare il 4-3-3 o durante la partita anche il 4-2-3-1. A me piace una squadra offensiva che va a pressare alto. Mi piace prendermi rischi. Lavoriamo su questi due moduli. Bisognerà lavorare soprattutto con gli esterni”.

L’allenatore prosegue poi parlando del nuovo acquisto Soriano: “Può fare l’interno di centrocampo o il trequartista. Alla Samp anche l’esterno d’attacco quando l’ho avuto io. Ora può fare soprattutto l’interno che si inserisce. Ma può fare tutti questi ruoli”.

E’ quando gli viene chiesto di Destro che Mihajlovic si sbilancia di più: “Ho parlato oggi con Mattia. Gli ho detto che è incredibile che un giocatore come lui, con le sue qualità, non giochi. Gli ho detto che per me lui è un giocatore importante, è la mia punta ideale, ma dipende tutto da lui. Mi ha fatto una buona impressione, mi ha detto che nessuno gli ha mai detto le cose che gli ho detto io. Dipende da lui, dalla rabbia con cui si allena. Lui per me è titolare se mi dà garanzie. Lui non deve cercare scuse, se non gioca è colpa sua. Tutto quello che dirò e se mi incazzerò sarà per il suo bene. Se lui fa quello che sa fare io sono il primo a essere contento. L’ho visto oggi e non è in forma, va un po’ a rilento. Lo vedo un po’ giù fisicamente, forse è anche normale. Non deve mollare, deve allenarsi bene. Quando lo vedo pronto, lo metto dentro. Questo dipende da lui e non da me. Ho molta fiducia e molta stima di lui”.

Come giocherà il Bologna con l’arrivo di Mihajlovic?

In porta non cambierà niente e Skoruspski continuerà a essere il titolare. Era sconsigliato prima con Inzaghi che, almeno sulla carta, prediligeva la fase difensiva e lo è ancora di più adesso con l’arrivo di Mihajlovic che ha già detto di volere una squadra offensiva.

Davanti al numero 1 polacco potrebbero esserci già i primi cambi. Danilo resta quello più sicuro del posto. Al suo fianco potrebbe esserci un ballottaggio tra Calabresi (che all’occorrenza può giocare anche da terzino destro) ed Helander, con il primo in vantaggio. Tra i due, quindi, vi consigliamo maggiormente il difensore italiano. Attenzione perché sembra molto vicino l’arrivo di Lyanco dal Torino e in questo caso entrerebbe a pieno diritto nel ballottaggio. Sulle fasce potrebbero esserci le maggiori novità con Mbaye (si parla di un suo addio, ma tutto potrebbe essere stoppato dal nuovo mister) e Dijks che reclamano spazio. Il difensore senegalese in questa prima parte di stagione ha giocato solo 8 partite, ma nonostante ciò è riuscito a segnare due gol. Potrebbe prendere il posto di Mattiello, più a suo agio come centrocampista di destra. Ballottaggio vivo comunque. Meglio prenderli in coppia. Sulla sinistra, invece, Dijks dovrebbe trovare sempre più spazio (già con Inzaghi era diventato titolare nelle ultime 3 giornate). Potrebbe essere una scommessa, ma non ce la sentiamo di dirvi di puntare su di lui.

A centrocampo, pensando al 4-3-3, troverà sicuramente spazio Soriano come mezzala. La mentalità più offensiva di Mihajlovic potrebbe essere una manna per il centrocampista ex Torino e per tutti i suoi possessori. Gli inserimenti saranno all’ordine del giorno e i bonus potrebbero aumentare di conseguenza. Considerate anche che in caso di 4-2-3-1 Soriano giocherebbe da trequartista e i +3 sarebbero ancora più una possibilità. Se lo avete in rosa, tenetelo. Se è svincolato, provate a prenderlo con pochi crediti. Potrebbe essere un bel colpo. Per gli altri due posti le certezze sono decisamente meno. Il centrale dei 3 dovrebbe continuare a essere Pulgar, con Nagy pronto a sfruttare ogni occasione. Onestamente nessuno dei due è consigliato. Attenzione a Donsah che potrebbe essere rispolverato dopo le 0 presenze finora. Se siete super coperti, Donsah è la nostra scommessa di questo nuovo Bologna. Il terzo posto dovrebbe essere di Poli che finora è stato uno dei migliori (uno dei meno peggio) e dovrebbe continuare a giocare. Usiamo il condizionale perché Mihajlovic potrebbe rispolverare Dzemaili (e anche Donsah potrebbe giocare da mezzala). Il centrocampista svizzero non ci convince fino in fondo. Le volte in cui è stato chiamato in causa da Inzaghi ha sempre deluso. Solo se siete coraggiosissimi vi diciamo di puntarci 1-2 crediti. Non di più. Potreste fare l’affare, ma potreste più probabilmente aver buttato 2 crediti. Svanberg ci sembra un po’ indietro nelle gerarchie e quindi per quest’anno è meglio lasciar perdere.

Nei 3 davanti Sansone ci sembra quello più sicuro del posto. L’atteggiamento più offensivo della squadra aiuterà sicuramente gli attaccanti, quindi puntate su l’ex Villareal. Sull’altra fascia dovrebbero vedersela Orsolini e Palacio. Noi preferiamo l’esperienza dell’ex Inter, ma una buona scelta sarebbe quella di prenderli in coppia. Se decidete di puntare solo su uno dei due fatelo, ma premuratevi di avere altri attaccanti titolari. Il ruolo di punta centrale dovrebbero giocarselo Santander e Destro (già, proprio lui). Come detto nella conferenza di presentazione, Mihajlovic crede molto in Mattia Destro e, una volta ritrovata la forma, potrebbe rilanciarlo. A farne le spese sarebbe Santander nonostante i 5 gol e 2 assist messi a segno finora. Anche in questo caso sarebbe meglio prenderli in coppia, ma ci rendiamo conto che avere due attaccanti del Bologna non è una grande idea. Allora ci sbilanciamo e vi consigliamo di puntare su Destro. E’ un vero e proprio azzardo, ma con pochissimi crediti potreste ritrovarvi in squadra un attaccante con 6/7 gol in canna. Falcinelli non avrà spazio e quindi è meglio non prenderlo proprio in considerazione. Concludiamo con Krejci. Finora il centrocampista ceco non ha convinto e crediamo parta un po’ indietro nelle gerarchie del mister. Può giocare sia come esterno d’attacco, sia come esterno di centrocampo in caso di passaggio al 3-5-2, ma non ce la sentiamo di consigliarvelo.

E se il Bologna di Mihajlovic dovesse deludervi, andate a Bologna con la scusa di lamentarvi e godetevi la città, il buon cibo e le belle donne. Chi scrive è di Milano, ma nella città delle Due Torri ha trovato l’amore.

22 commenti su “Mihajlovic al Bologna: le novità al fantacalcio. Destro riacquista appeal!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *