Sconsigliati 25ª giornata: 5 big da evitare questo weekend

sconsigliati 25ª giornata

Ultimo aggiornamento:

La 25ª giornata di campionato è ormai alle porte: Milan-Empoli, partita inaugurale di questo turno, si giocherà venerdì 22 febbraio, tra due giorni esatti. Il fantacalcista medio, non troppo impegnato a seguire le partite europee, è assorto già da mille dubbi di formazione e consulta già le probabili formazioni svariate volte al giorno. Con i nostri articoli vogliamo alleggerire le vostre preoccupazioni, allontanare le vostre ansie ed evitarvi un esaurimento nervoso. Oggi vogliamo analizzare gli sconsigliati 25ª giornata e abbiamo scelto 5 giocatori, più o meno big, che, per un motivo o per un altro, sarebbe meglio non schierare questo weekend.

Sconsigliati 25ª giornata: ecco i 5 big da evitare

1- Papu Gomez

Da “Baila como el Papu” a “Chi l’ha visto” il passo è breve. L’argentino sta deludendo in questa stagione, offrendo un rendimento ben al di sotto delle sue potenzialità. Contro il Milan, nella scorsa giornata di campionato, è stato sostituito intorno al 60′ per problemi fisici, anche se stava giocando una partita tutt’altro che esaltante. In questa giornata l’Atalanta avrà una trasferta difficile su un campo complicato come quello del Torino. Il Papu, non al top dell forma fisica, dovrà vedersela con una difesa organizzata e attenta come quella di Mazzarri, sempre attento a dare equilibrio alle sue squadre. Considerato che Gomez non dovrebbe nemmeno giocare per essere risparmiato in vista della Coppa Italia e della partita con la Fiorentina, il nostro consiglio è di metterlo in panchina a questo giro.

2- Ciccio Caputo 

Lui, al contrario di Gomez, sta vivendo una stagione esaltante prendendosi la squadra sulle spalle per portarla alla salvezza. Per lui parlano i numeri: 11 gol fatti in 24 partite, quasi 1 gol ogni 2 partite. In questa partita, però, l’Empoli affronterà a San Siro un Milan in forma Champions che sembra aver blindato la sua difesa (in casa non subisce gol da quasi 2 mesi). A ciò va aggiunto un Donnarumma super che sembra parare ogni cosa gli capiti davanti. Per questa giornata, dunque, possiamo tenere a riposo il bomber empolese, consapevoli che certamente ci sarà occasione di rilanciarlo.

3- Lautaro Martinez 

Qui, forse, ci prendiamo un rischio. Lautaro giocherà quasi sicuramente al posto di Icardi ma, da titolare, non ha quasi mai convinto. I neroazzurri giocheranno in trasferta una partita ostica contro la Fiorentina, una delle squadre che in casa concede meno e si esalta. I viola, reduci dalla goleada contro la Spal, sono in fiducia e vorranno continuare la loro rincorsa all’Europa League. Il “Toro” Martinez, stretto tra la morsa dei centrali fisici e forti di testa di Pioli (Hugo e Ceccherini), potrebbe soffrire non poco e giocare una partita nell’anonimato. Evitiamolo per questo turno.

4- Faouzi Ghoulam  

Tornato a giocare dopo l’infortunio, l’algerino non sembra ancora al top della forma. Nella trasferta di Parma dovrebbe riprendersi la corsia mancina e partire da titolare. Dovrà affrontare un certo Gervinho che in casa diventa da pallone d’oro. Le scorribande dell’ex Roma potrebbero essere un autentico spauracchio per la difesa di Ancelotti. Ghoulam potrebbe essere messo duramente alla prova e potrebbe uscirne anche con qualche malus. Sconsigliato anche lui.

5- Joachiam Adersen  

La Samp i difensori centrali giovani li sceglie davvero bene: dopo l’exploit di Skriniar, ecco il talentino danese pronto a prenderne l’eredità. A inizio anno partiva come nome scommessa ma, partita dopo partita, ha mostrato tutto il suo potenziale convincendo Giampaolo a puntare su di lui. Unica pecca: soffre la fisicità degli avversari e mostra alcune lacune sul gioco aereo. E chi affronterà in questa partita? Un certo Leonardo Pavoletti, più che bomber diremmo vero e proprio ariete da sfondamento. Andersen potrebbe andare in difficoltà e perdere parecchi duelli contro l’attaccante di Maran che, dopo la doppietta contro il Parma, non vuole fermarsi. Per scongiurare eventuali malus o brutti voti, lasciamolo a riposo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *