Torino: ecco perché puntare sui difensori granata

Torino

Ultimo aggiornamento:

E’ la difesa il vero punto di forza dell’undici di Mazzarri: 0 gol subiti nelle ultime 5 gare.

25ª giornata, anticipo delle 15 del sabato pomeriggio: il Torino ospita il secondo attacco più prolifico della Serie A, quello dell’Atalanta, quello dei vari Ilicic, Gomez e del “signor 16 gol in campionato” Duvan Zapata. Il risultato è secco: 2 a 0 per i padroni di casa. Altro risultato utile, altra rete inviolata e adesso sono cinque di fila, dopo non aver mai raccolto il pallone in fondo al sacco con Inter, Spal, Udinese e Napoli. Solo coincidenze? No e Consigli Fantacalcio è qui per darvi qualche numero in più e spiegarvi perché non potete non puntare sulla difesa del Toro in questa seconda parte di stagione.

Innanzitutto perché in porta c’è lui, l’eterno Salvatore Sirigu: tanti a inizio campionato lo avevano bollato come giocatore ormai finito dopo gli ultimi anni tra luci e ombre a Parigi, dove quasi mai era la prima scelta. Ma lui ha saputo smentire tutti e tra grandi parate e tiri dal dischetto neutralizzati (2 finora), ha portato la sua media voto a 6,26 (tra i portieri in doppia cifra di presenze davanti a lui solo Cragno e Sorrentino) e la sua fantamedia a 5,63 (secondo solo a Szczesny e Donnarumma), regalando ben 11 volte il bonus di imbattibilità ai propri fantallenatori. Senza dubbio, un top di reparto.

Ma se coloro che hanno puntato su Sirigu a inizio campionato adesso gioiscono è perché ci sono anche loro lì davanti, i “fantastici 4”: Izzo, N’Koulou, Moretti e Djidji. Se gli ultimi due si sono contesi fin dall’inizio del campionato un posto nella difesa a tre (13 giocate per Moretti con media fantavoto 5,77 e 14 per Djidji, con media fantavoto 5.96), i primi due invece sono sempre stati inamovibili e con il tempo hanno conquistato due tra le medie fantavoto più alte di tutto il campionato: 6,48 per Izzo e 6,44 per N’Koulou, a cui vanno aggiunti i ben 5 gol realizzati (3 per l’italiano, 2 per il francese). E nonostante i 9 cartellini gialli e 1 rosso, i due sono diventati, a suon di prestazioni da 6,5 e 7, certezze indiscutibili nello scacchiere di ogni fantallenatore (specie nelle leghe con modificatore).

Inutile ribadire, dunque, che da qui alla fine della stagione, non importa il livello dell’avversario, non potete non schierare gli uomini della retroguardia diretta da Walter Mazzarri. Il Torino può vantare un numero di gol subiti da zona Chiampions League (22, pari a quelli del Milan) e vorrà allungare la striscia positiva a partire proprio dal prossimo match in casa contro il Chievo. Fidatevi di loro e lascerete solo le briciole ai vostri avversari!

3 commenti su “Torino: ecco perché puntare sui difensori granata”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *