Skov Olsen al Bologna: cosa fare al fantacalcio?

Ultimo aggiornamento:

“Essere o non essere”, questo era il dilemma di Andreas Skov Olsen, che alla fine di un periodo di riflessione e di un geniale video di presentazione, ha deciso di ”essere” un giocatore del Bologna.

Il colpo sembra di quelli grossi. Sul giocatore si erano mosse diverse squadre europee: a dare il verdetto però sarà il campo, quello stesso campo che l’ha visto disputare una fantastica stagione con il Nordsjaelland e trascinare la sua Danimarca U-21 nell’europeo di categoria. Ora è a Bologna, agli ordini di mister Mihajlovic: vediamo meglio chi è questo talentuoso e giovane danese.

Tecnica/tattica

Un allenatore delle giovanili del club danese fa notare al ragazzo che ha qualità ma è lento. Andreas della critica ne fa un motivo per migliorare e comincia a praticare l’atletica. Questo lo porterà a essere un’ala davvero veloce. Dotato tecnicamente, il suo punto di forza è il dribbling: come il suo mito Robben, ama far fuori l’avversario con una sterzata e concludere in porta con la specialità della casa, il sinistro potente o a giro.

A dispetto della sua posizione esterna nel tridente d’attacco, Olsen ha fatto registrare una media realizzativa davvero invidiabile: sono infatti 45 le reti realizzate nelle 70 partite ufficiali. Nasce come trequartista, ma la sua velocità porta gli allenatori a schierarlo largo, principalmente a destra. In alcuni casi è stato schierato anche come ala sinistra o addirittura come punta centrale.

Fantacalcisticamente Olsen al Bologna

Il modulo di Mihajlovic è il 4-2-3-1 e Olsen dovrebbe fare l’esterno destro nei tre dietro la punta. C’è da fare però i conti con uno degli uomini che l’anno scorso ha portato il Bologna alla salvezza: Riccardo Orsolini. Inizialmente Olsen partirà probabilmente dalla panchina, ma anche grazie alla sua duttilità, potrà essere schierato a partita in corso in qualsiasi ruolo dalla trequarti in su.

Consigli fantacalcio

Olsen è un gran giocatore e sicuramente ci farà divertire, ma c’è da star cauti durante l’asta. Come già detto parte da riserva, quindi o lo prendete con Orsolini o come possibile sorpresa. Inoltre c’è da considerare pure l’ambientamento: passare da un campionato minore come quello danese a uno tattico come la serie A non è cosa semplice. In un fantacalcio con 500 crediti la spesa giusta si aggira intorno ai 10-15 crediti. Insomma, se cercate un titolare inamovibile guardate altrove, ma se cercate una sorpresa che può regalarvi qualche emozione, Andreas Skov Olsen può fare al caso vostro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *