Asta Fantacalcio: analisi Wall Street Pt.1

Le leghe private si dividono fondamentalmente in due correnti di pensiero. C’è chi fa l’asta a mercato aperto per giocare tutte le giornate e c’è chi la fa a mercato chiuso per assicurarsi che le rose siano complete.
Ogni modalità ha i suoi pro e i suoi contro. Nel primo caso potremmo andare a pagare meno i giocatori dal futuro incerto (vedi i vari Dybala, Icardi e Higuain) o che non si sono messi in mostra durante il precampionato. Nel secondo caso, ci sarà sicuramente un aumento del prezzo per chi si è comportato bene durante le prime giornate e una diminuzione per chi non ha dato segni di vita.

Ed è proprio su questo che ci vogliamo soffermare, il tutto sembra paragonabile ai titoli di borsa ed ecco quindi spiegato il Wall Street nel titolo.

Dobbiamo capire quali giocatori verranno pagati più del loro ideale valore di partenza, renderanno meno delle aspettative e da cui potremmo, preferibilmente, stare alla larga.
Dobbiamo individuare quali verranno pagati meno del loro reale valore, renderanno più delle aspettative e su cui ci dobbiamo fiondare immediatamente.

Bene, capito il meccanismo? Adesso andremo ad analizzare squadra per squadra i giocatori che hanno visto aumentare la loro valutazione e quelli che hanno avuto un ribasso rispetto alle aspettative iniziali!

Atalanta

I bergamaschi di Gasperini sono reduci da un campionato spettacolare, finito al terzo posto con conseguente qualificazione alla massima competizione europea. Proprio per questo motivo, almeno inizialmente, il Gasp potrebbe adottare il turnover prima e/o dopo i match di coppa. Spendere la maggior parte dei vostri crediti per Zapata, Gomez, Ilicic o Hateboer potrebbe rivelarsi controproducente. Il nostro consiglio è di puntare sulle seconde linee tipo Malinovskyi, Muriel e Pasalic. In generale prevediamo prezzi medio-alti per i titolari della rosa.

Bologna

La squadra di Mihajlovic ha entusiasmato nella seconda parte dello scorso campionato, soprattutto grazie agli interpreti offensivi.
Per questo motivo crediamo che in difesa potreste trovare due ottimi colpi a poco prezzo come Danilo e Dijks, mentre a centrocampo crediamo che Soriano possa riscattarsi dalle brutte prestazioni della scorsa stagione ed essere sottopagato rispetto ad altri colleghi.
Per l’attacco in rialzo le quotazioni di Orsolini, abbastanza chiacchierato; un colpo low cost per i più temerari può essere Destro: ha la fiducia del tecnico, ma sta a lui giocarsi al meglio le chance che gli verranno concesse.

Brescia

Le rondinelle di Corini tornano in A dopo parecchi anni e lo fanno in grande stile con l’acquisto di Balotelli.
Proprio SuperMario potrebbe essere strapagato per quello che poi potrebbe essere il suo rendimento: da tenere in conto che deve scontare 4 giornate di squalifica e non è nuovo a infortuni o ulteriori squalifiche durante il campionato.
Solitamente i giocatori delle neopromosse non vanno a cifre esorbitanti, vi consigliamo di puntare come tappabuchi low cost su Bisoli, Tonali e Torregrossa.
In calo le quotazioni di Donnarumma causa arrivo di Balotelli, ci potete comunque puntare ma la concorrenza sarà ovviamente maggiore.

Cagliari

Gli isolani guidati da Maran potrebbero essere una delle sorprese del campionato grazie a una campagna acquisti fenomenale.
Proprio a causa del forte hype che si è creato intorno ai sardi, potremmo pagare caro alcuni pezzi pregiati della rosa come Nainggolan e Pavoletti.
Occhio a Cragno, attualmente infortunato, che potrebbe andare a poco in molte aste.
Come colpi low cost consigliamo Castro (reduce da un lungo infortunio, molti possono averlo dimenticato), Joao Pedro (il cambio ruolo gli ha fatto perdere appetibilità ma è comunque un titolare e rigorista) e il figliol prodigo Pellegrini.

Fiorentina

I viola di Montella sono reduci da una stagione che li ha visti salvarsi praticamente all’ultima giornata.
Per questo motivo e per la campagna acquisti ancora non decollata, l’attenzione sulla squadra è, a nostro avviso, molto bassa.
I vari titolari tipo Dragowski, Lirola, Milenkovic, Pezzella, Pulgar, Chiesa e Boateng potrebbero essere sottopagati rispetto ai loro colleghi e regalarvi buone soddisfazioni. Potreste anche puntare su Simeone e Biraghi, in procinto di cambiare squadra.

Genoa

I rossoblu di Andreazzoli vengono da una stagione travagliata, soprattutto nella seconda parte dato che hanno acciuffato la salvezza all’ultima giornata proprio ai danni del loro attuale tecnico.
I prezzi per i giocatori del Grifone non dovrebbero essere troppo alti e potremmo avere un buon rendimento da Radu, Romero, Saponara e le possibili sorprese Kouamè (in odore di cessione) e Pinamonti.
Occhio al prezzo di Criscito che potrebbe lievitare molto dato che è attualmente rigorista e a quello di Schone che porta con sé tanto hype (oltre a un piedino niente male sui piazzati).

Hellas Verona

Per gli scaligeri guidati da Juric proponiamo la stessa analisi fatta per il Brescia: difficilmente i giocatori delle neopromosse vanno a prezzi stratosferici.
Il problema per l’Hellas è che al momento sembra abbastanza indietro rispetto alle concorrenti per la salvezza e per questo motivo potreste puntare su pochi giocatori da pagare il minimo: abbiamo individuato Bocchetti, Veloso, Lazovic, Verre e Di Carmine.
Pazzini potrebbe essere pagato e preso più per il nome che per il suo rendimento, vi consigliamo di non acquistarlo.

Inter

I nerazzurri di Conte sono, molto probabilmente, la squadra più chiacchierata di questa estate.
L’hype per Conte e per il mercato potrebbero far schizzare alle stelle i prezzi per alcuni top di reparto come Handanovic, Godin, De Vrij, Skriniar e Lukaku.
Come colpi low-cost potremmo virare su D’Ambrosio, Candreva, Sensi e Vecino. Occhio soprattutto a quest’ultimo se non dovesse arrivare nessun altro centrocampista.
Date le voci di mercato in attacco, vi consigliamo di non strapagare Lautaro e inoltre è impossibile non menzionare Icardi: non sarà pagato molto e se dovesse trasferirsi in Italia può svoltarvi la stagione, scommessa da fare.

Juventus

I bianconeri si apprestano a iniziare la stagione con la grande novità Sarri in panchina.
Tendenzialmente i prezzi dei bianconeri sono stati giustamente alti negli ultimi anni e crediamo che anche quest’anno i vari Szczesny, De Ligt, Chiellini e Ronaldo saranno tra i più pagati del loro reparto.
Tra i colpi low cost abbiamo individuato Bonucci per la difesa; Douglas Costa e Bernardeschi, possibili sorprese ma da non prendere in coppia causa continuo ballottaggio: prenderli entrambi potrebbe risultare troppo dispendioso in termini di crediti, magari l’equivalente di un primo slot certo del posto, per questo potete puntare su uno dei due.
Anche a causa della confusione a centrocampo potremmo pagare meno una delle mezzali, magari quel Ramsey che non si è fatto finora notare molto.
Per l’attacco, causa mercato, sono in bilico le situazioni di Dybala e Higuain: attualmente, se pagati poco, possono svoltarvi la stagione.

Lazio

I biancocelesti di Inzaghi vengono da una stagione sottotono, soprattutto per quanto riguarda i bonus degli uomini più offensivi.
Dal precampionato filtra la notizia che il mister voglia una squadra più spregiudicata in questa stagione, sulla scia della Lazio di due anni fa in cui potevamo ammirare Immobile (29 gol), Milinkovic-Savic (12 gol) e Luis Alberto (11 gol).
Proprio per questo motivo, vi sconsigliamo di non strapagare Strakosha che potrebbe subire qualche gol in più e in generale il pacchetto difensivo.
Sicuramente non parleremo di Immobile e Milinkovic come colpi low cost, ma la scorsa stagione hanno deluso molti fantallenatori e potreste pagarli meno dei top di reparto avendo comunque un rendimento simile.
Le quotazioni di Luis Alberto sono in calo causa la disastrosa scorsa stagione, ma ha tutte le qualità per rifarsi mentre Correa, causa cambio ruolo potrebbe essere snobbato.
Infine menzioniamo Lazzari che starà fuori un mesetto e potrebbe andare a poco e il sempreverde Parolo.

Leggi la seconda parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *