Asta Fantacalcio: le certezze su cui puntare

Ultimo aggiornamento:

Ben trovati fantallenatori!
Scovare il giocatore sconosciuto che ci ci regala un sacco di bonus inaspettati ci può dare enorme piacere.

Cercare di recuperare il Piatek di turno sperando di essere stati quelli che ce l’hanno fatta ci può far sentire un po’ guru.
Tutto vero, tutto giusto. Ma per ben figurare nelle nostre leghe abbiamo bisogno, prima di tutto, di quei giocatori che fisicamente, tecnicamente e mentalmente, non tradiscono mai. Possiamo definirli le nostre “certezze”.

Non possiamo elencarli tutti in questo articolo, per una analisi a 360 gradi vi consigliamo la nostra guida all’asta dove trovate tutte le informazioni di ogni giocatore, certezza e non!
La scelta di chi trattare di seguito non è ricaduta tanto su un criterio statistico, ma sulla possibilità che potrebbero avere questi giocatori di migliorare ulteriormente le loro prestazioni.
Di premesse ne abbiamo fatte abbastanza, passiamo ai dettagli.
I dati che citeremo di seguito provengono dalle statistiche della Gazzetta dello Sport.

Le certezze su cui puntare: portieri

Tra i portieri, di certezze ne abbiamo tante: dai giocatori navigati ai giovani. Chi, secondo noi, anche se presente nel nostro campionato da secoli, può migliorare le prestazioni dello scorso anno è sicuramente Samir Handanovic. Conte lo proteggerà con 3 veri e propri “Ministri della difesa” (Skriniar, Godin, De Vrij)! Potrebbero calare i tiri in porta ( e quindi la media voto) ma anche i malus da gol subito. In pratica la fantamedia dello scorso anno (5.42), potrebbe essere migliorata in maniera consistente soprattutto se, nelle vostre leghe, ci fosse il +1 per la porta inviolata.
Tra i più giovani Cragno del Cagliari è sicuramente un portiere che per costanza, lucidità, tecnica e capacità di parare i rigori, rappresenta una sicurezza tanto per aspetti calcistici che fantacalcistici. L’anno scorso ha chiuso la stagione con una buonissima fantamedia di 5.25. Magari quest’anno riuscirà anche a superarsi! Il suo prezzo, in virtù dell’infortunio, potrebbe non essere così elevato ma sicuramente dovremo aspettarlo per molto tempo.

Le certezze su cui puntare: difensori

Anche tra i difensori la scelta è abbondante. Sono molti i difensori di squadre piccole e grandi che sono stati confermati al loro posto e che danno ampie garanzie.
Essendo l’argomento del capitolo le “certezze”, abbiamo ritenuto andare su due veri e propri leader di reparto.

Il primo che mettiamo a fuoco è Acerbi della Lazio. La prima certezza che ci da questo giocatore è quella di essere sempre in campo! Una sola presenza saltata dopo 149 consecutive! La sua fantamedia (6.33) può essere sicuramente aumentata. Il suo bottino di gol e assist, infatti, ha sicuramente dei margini di miglioramento. Per quanto riguarda i gol, la Lazio può tornare ai livelli di produzione di gioco di due anni fa e quindi, di conseguenza, aumentare anche il numero dei calci piazzati con conseguenti maggiori occasioni per Acerbi. Infine, con il lancio preciso di cui è dotato questo giocatore, gli assist possono solo che crescere.

Un altro giocatore a cui vogliamo dare fiducia è Romagnoli, centrale del Milan che ormai rappresenta una costante dello schieramento difensivo rossonero. La fantamedia dello scorso campionato (6.1), secondo noi è certamente migliorabile, fondamentalmente, per gli stessi motivi citati per Acerbi. Mister Giampaolo dovrebbe portare un gioco maggiormente offensivo e, chi va a saltare di testa sui calci piazzati, potrebbe trarne vantaggio.

Le certezze su cui puntare: centrocampisti

Per il centrocampo si è pensato a due giocatori che hanno in comune alcuni aspetti. Il primo è quello del ruolo al fantacalcio: da attaccanti questi giocatori sono stati arretrati a centrocampisti diventando molto più appetibili. Il secondo motivo è dato dal fatto che sono elementi molto importanti per i rispettivi allenatori. Un posto in squadra per loro, i rispettivi mister, lo trovano sempre.
Partiamo dal Papu Gomez, capitano dell’Atalanta di Mister Gasperini, fantamedia di 7.4 lo scorso anno. Già con questo punteggio diventa un top di reparto. Se poi ci aggiungete qualche gol (7 nella passata stagione, con 10 assist) diventa veramente un affarissimo!
Proseguiamo con Callejon che, grazie alla sua disponibilità nei confronti di Sarri prima e Ancelotti poi, è sempre stato molto apprezzato sia dallo staff tecnico che dai propri tifosi. La sua fantamedia di 6.84 (con 3 gol e 10 assist), unito ad numero di presenze sempre molto costante (26 nell’ultimo campionato) fanno pensare che, come minimo, lo spagnolo si possa ripetere.

Le certezze su cui puntare: attaccanti

Sugli attaccanti la scelta è stata ancora più difficile, per questo motivo abbiamo deciso di citare 3 giocatori.

Cominciamo da Pavoletti del Cagliari. Oltre che una navigata permanenza in Serie A, per questo giocatore è da citare anche la sua grande capacità di segnare di testa. Secondo molti, riguardo ai gol di testa, è considerato il più prolifico in Europa. L’indubbio innalzamento del livello di qualità del centrocampo rossoblu (con gli innesti di Naingolaan, Rog, Nandez) fa pensare ad un ulteriore miglioramento delle prestazioni del “Pavo”, soprattutto in casa. Nell’ultima stagione per lui 16 gol e una fantamedia di 7.71.

Da Cagliari passiamo a Roma e troviamo Dzeko. La sua importanza, all’interno della squadra e dello spogliatoio giallorosso, è evidente! Prova di questo fatto è l’impegno con cui la Roma è riuscita a convincerlo a rimanere. Il bosniaco da anni calca vari campi europei sfoderando fisico eccezionale, buona tecnica, carattere e generosità da vendere. L’anno scorso ha segnato solo 9 reti e questa, paradossalmente, è una certezza in più. Un’altra stagione sotto i dieci gol non la farà di certo e una fantamedia di soli 6.64 sarà solo un ricordo.
Infine, in un articolo sulle certezze, non poteva mancare CR7. In classifica cannonieri, nella sua prima esperienza italiana è arrivato “solo” quarto in classifica cannonieri (e Dio solo sa quanto gli rode!) con 21 reti e 7 assist. La sua fantamedia di 8.79, tuttavia, la dice lunga sulla qualità della sua stagione che è stata globalmente positiva e degna del suo nome. Con Sarri, e i suoi schemi offensivi, è possibile che il numero di gol aumenti.

Leggi i giocatori da evitare all’asta oppure i migliori colpi low cost.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *