Crisi Milan: come comportarsi al fantacalcio

Ultimo aggiornamento:

Dopo la pesante debacle di ieri sera a San Siro, la crisi del Milan è sotto gli occhi di tutti. In 6 giornate di campionato, gli uomini di Giampaolo hanno subito ben 4 sconfitte riuscendo a vincere (senza neanche convincere) solo contro due neopromosse. Quello che preoccupa di più, però, è il non gioco espresso in campo: tanta confusione e grande sterilità offensiva. La dirigenza rossonera, dopo essersi interrogata sui motivi della crisi, ha scelto ancora una volta di confermare l’ex allenatore della Samp. Almeno fino alla trasferta di Genova di sabato prossimo. Ma in tutto ciò, cosa cambia in ottica fantacalcio? Ha senso continuare a puntare sui giocatori rossoneri oppure è meglio metterli in panchina o addirittura cederli in attesa di tempi migliori? Proviamo a dare le giuste risposte.

Bocciati

I giocatori da citare sarebbero molti, ma proviamo a essere quanto più razionali possibili. Iniziamo dai grandi nomi: Jesus Suso. Lo spagnolo, considerato un top player da Giampaolo, ha fallito su tutta la linea. Poco incisivo, rallenta spesso la manovra e spesso dimostra di assentarsi colpevolmente dalla partita. E pensare che il mister toscano ha studiato il miglior modulo possibile per esaltare le sue qualità. Difficilmente potrà riprendersi e far cambiare marcia al Milan e alla vostra squadra. Il nostro consiglio è quello di metterlo in panchina in attesa di tempi migliori o, addirittura, scambiarlo con un centrocampista di prima fascia come Milinkovic. Provate magari a coinvolgerlo in uno scambio multiplo per rinforzarvi in più reparti. Altro giro, altro nome importante, Kris Piatek. Durante il precampionato i segnali c’erano stati: zero gol e pochissimi palloni giocati in area. Quest’anno, per ora, ha realizzato solo dal dischetto dimostrando una sterilità paurosa nell’area di rigore. Il gioco di Giampaolo non lo esalta per nulla, anzi sembra limitarlo parecchio. Metterlo in panchina, considerando la spesa non indifferente sostenuta per acquistarlo, non può essere un’opzione. La soluzione migliore potrebbe essere quella di scambiarlo con uno Zapata di turno. Lo stesso dicasi per Calhanoglu. Non ci spieghiamo come possa indossare la maglia numero 10 del Milan, appartenuta a campioni di livello assoluto in passato. Lui, invece, non ha mai determinato nulla in questa squadra se non per gli avversari. Dubitiamo possiate scambiarlo con qualcuno, ma voi provateci lo stesso: è un 5 in pagella vivente.

Rimandati

Theo Hernandez ha sicuramente dimostrato di avere talento, corsa e dinamismo sulla sua fascia di competenza. E’ potenzialmente un difensore da bonus, vista la sua straordinaria capacità offensiva. In questi primi scorci ha denotato una certa difficoltà nel difendere e per questo figura nella voce dei rimandati. Lui, al contrario dei colleghi sopra citati, va tenuto nella vostra rosa in attesa del necessario periodo di ambientamento. Seppur ieri sera sia stato uno dei peggiori in campo, ci sentiamo di nominarvi anche Bennacer. Le qualità del ragazzo sono indiscusse, deve solo migliorare a livello caratteriale e alzare l’asticella della personalità. E’ giovane e ha tanti margini di crescita: aspettiamolo. Chi, invece, di personalità ne ha parecchia è sicuramente Ante Rebic. Visto pochissime volte in campo, potrebbe essere proprio lui a invertire la rotta dei rossoneri. La sua cattiveria agonistica, unita a talento e forza fisica, sembrano indispensabili agli occhi di tutti tranne a quelli di Giampaolo. Chissà che, con un eventuale cambio allenatore, non possa trovare la giusta titolarità.

Promossi

Gigio Donnarumma è la solita certezza. Partita con il Toro a parte, ha sempre portato a casa prestazioni e voti super. Anche ieri ha salvato il suo rendimento parando il rigore a Chiesa. Certo, averlo in squadra non è esattamente sinonimo di garanzia in virtù della difesa ballerina che ha davanti. Ma è sicuramente un giocatore da confermare. Così come il capitano, Alessio Romagnoli. E’ sempre l’ultimo a mollare, il baluardo difensivo dal buon voto assicurato. Commette pochissimi errori e può continuare a essere un punto fermo della vostra rosa anche nella tempesta rossonera. Chi ci ha piacevolmente impressionato è sicuramente Rafael Leao. Giovane, talento spaventoso e una voglia matta di spaccare le partite. Il gol realizzato ieri sera è un’autentica perla di velocità, tecnica e freddezza sotto porta. La sua giovane incoscienza potrebbe essere un’arma da sfruttare.

Secondo alcune testate giornalistiche, Giampaolo sta pensando di cambiare gli uomini titolari. In particolare Suso potrebbe finire in panchina a vantaggio di Bonaventura dietro le due punte Rebic (non più Piatek) e Leao. A centrocampo rischia Calhanoglu sul pressing di Paquetà, stesso discorso per Kessiè con Krunic. In poche parole, potete anche pensare di cedere i giocatori rossoneri se dovessero proporvi giocatori più in forma e affidabili. Il Milan, infatti, è un’incognita più che mai.

E tu quale giocatore rossonero hai in rosa? Scrivicelo nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *