Pioli al Milan: come cambia la squadra

La pausa nazionali è uno dei momenti della stagione più odiato da noi fantallenatori: niente serie A, infortuni dietro l’angolo e soprattutto niente Fantacalcio.

In queste soste, diventiamo sempre più riflessivi e squadriamo la lista svincolati con costanza. Oggi andremo a scoprire come giocherà il Milan di Stefano Pioli, successore di Marco Giampaolo.

Il tecnico ex, tra le altre, di Inter e Fiorentina, arriva al Milan in un momento abbastanza difficile. Scelta giusta o scelta sbagliata? Ai posteri l’ardua sentenza. 

Come giocherà il Milan di Pioli

Stefano Pioli è un tecnico che predilige il 4-3-3 ma ha dimostrato di poter giocare anche con il 4-3-1-2 e con il 4-2-3-1. Partiamo con l’analisi del 4-3-3 e cerchiamo di capire chi potrebbe giocare, anche se è complicato visto che Pioli non ha ancora fatto allenamenti con la squadra.

Tra i pali Donnarumma è super confermato e su questo non ci sono dubbi.
La linea difensiva sarà composta sicuramente da Romagnoli e Theo Hernandez. Qualche dubbio in più sugli altri due posti. A destra si giocheranno una maglia Calabria e Conti, con quest’ultimo che potrebbe approfittare del momento no di Calabria, reduce da due espulsioni. Alla lunga potrebbe essere proprio l’ex Atalanta il titolare. Al fianco di Romagnoli potrebbe esserci la sorpresa maggiore, anche se non da subito. A breve tornerà disponibile (lo è già, ma forse non ancora per giocare) Caldara e potrebbe soffiare il posto a Musacchio. Duarte non sembra ancora pronto.

A centrocampo Biglia dovrebbe essere il punto fermo del tecnico, ma attenzione a Bennacer che non è stato acquistato per fare panchina. Quasi sicuramente ai suoi lati agiranno Kessie e uno tra Bonaventura e Paquetà. Pioli ha detto di considerare il brasiliano una mezzala da inserimento con diversi goal nelle sue corde.
Come punta centrale agirà Piatek con la speranza che i fantallenatori che l’hanno acquistato possano giovare dei suoi gol. Sugli esterni troviamo Suso, altro calciatore sul quale il tecnico punta molto, e Leao/Rebic ad alternarsi sull’altra fascia. Calhanoglu potrebbe perdere (finalmente) il posto, almeno inizialmente. Il turco, comunque, potrebbe essere inserito a partita in corso sia come mezzala, sia come esterno d’attacco.

Nel 4-2-3-1 dovrebbero giocare Biglia/Bennacer e Kessie nei due davanti alla difesa, con Suso, Paquetà/Bonaventura e Leao/Rebic dietro Piatek. Nel 4-3-1-2, invece, a centrocampo troviamo sempre Biglia/Bennacer-Kessie-Bonaventura con Paqueta/Suso dietro Piatek e Leao. Il jolly è Rebic che può giocare sia alle spalle, sia al fianco di Piatek. Questo modulo non sembra il più indicato al momento perché andrebbe a penalizzare Suso, che ha dimostrato di non gradire il ruolo da trequartista.

Chi prendere al fantacalcio?

Piatek: il bomber rossonero potrebbe riprendersi e non dovrebbe avere problemi a raggiungere almeno quota 15 goal.

Donnarumma: poco da dire, Gigio resta un’ottima scelta in ogni caso.

Leao: il giovane calciatore ha già fatto vedere che ha dei buoni colpi in canna. In molte leghe è svincolato o si può provare a scambiare per esuberi della vostra rosa.

Theo Hernandez: conveniva puntare su di lui con Giampaolo in panchina, conviene ancora di più con Pioli che ama avere un terzino di spinta (appunto Hernandez) e uno più bloccato.

Paquetà: che giochi mezzala o che giochi trequartista, con Pioli potrebbe ritrovare continuità e bonus.

Romagnoli: il capitano dei rossoneri è quasi sempre una garanzia, con Giampaolo o con Pioli. Deve tirare la carretta e dare solidità a una difesa ballerina. Se affonda lui, rischia di affondare tutta la nave.

Chi non prendere al fantacalcio

Kessie: il suo appeal è dato principalmente dalla possibilità di battere i rigori, ma con Piatek in campo, lui è il numero 2.

Calhanoglu: il turco non ha mai convinto in Italia e con Pioli potrebbe anche perdere il posto. Titolarità a rischio e bonus molto scarsi ci spingono a virare su altro.

Rodriguez/Calabria: i terzini rossoneri sono sconsigliati per i brutti voti e i malus che potrebbero portare. 

Krunic: in questo momento parte dietro nelle gerarchie e non è detto che le scali. Meglio evitare.

Biglia: potrebbe essere il perno del gioco dei rossoneri, ma la lentezza assurda con la quale si muove non cambierebbe nemmeno con Conte in panchina. Inutile in ottica Fantacalcio.

Su chi scommettere?

Secondo noi Conti potrebbe conquistarsi il posto da titolare, o comunque giocare più spesso, e portare qualche bonus ai fantallenatori. L’altro che potrebbe riprendersi è Bonaventura: in caso di buona condizione fisica, potreste trovarvi in rosa un semi top di reparto. Bennacer può essere interessante solo se lo avete pagato poco e se siete coperti, altrimenti meglio provare a scambiarlo. Rebic ha qualità e numeri, ma bisogna capire se e dove giocherà. Se lo avete e siete coperti, tenetelo. Se è svincolato, lasciatelo lì. Ultimo nome scommessa è quello di Caldara, ma solo per cuori forti. L’ex Atalanta potrebbe tornare quello di un tempo, ma la condizione fisica resta un’incognita. Rischio enorme.

E tu, su chi punterai dei rossoneri? 

Facci sapere nei commenti!



 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *