Fantacalcio: le migliori sorprese tra i portieri finora

Ultimo aggiornamento:

La porta è un punto nevralgico di ogni fanta formazione. Il portiere va scelto bene all’asta per non rischiare di ritrovarsi con una macchina da malus che rischia di pregiudicare ogni fantagiornata. Se a questo ci si aggiunge l’imbattibilità, ormai avallata da gran parte delle leghe esistenti, si può intuire quanto risulti fondamentale questo ruolo. Dopo le prime 7 giornate è tempo di tirare i primi resoconti di questo avvio di stagione. Ecco i 4 portieri che, finora, hanno avuto un rendimento assolutamente elevato se comparato a quelle che erano le attese nei loro confronti.

Juan Musso (Udinese)

Il primo di questa rubrica è l’argentino dell’Udinese che quest’anno sta dimostrando di poter continuare la striscia positiva che aveva intrapreso sul finire della scorsa stagione. Non era assolutamente scontato e facile riconfermarsi e per il momento sta meritando la fiducia che i Pozzo hanno riposto in lui. La squadra friulana è molto fisica e incarna la mentalità del suo coach: un’aggressività propria dell’ex roccioso mediano Tudor. Più volte in questo scorcio di stagione Musso è stato autore di interventi pazzeschi che gli hanno consentito di avere una media voto di 6,29. I 6 goal subiti in 7 partite sono una buona media per una squadra che, soprattutto lontano dalla Dacia Arena, potrebbe subire parecchi malus. Juan, però, anche in ottica modificatore difesa, vorrà continuare a dire la sua per conquistare, perché no, un posto fisso nell’albiceleste del compagno di squadra Rodrigo De Paul.

Jesse Joronen (Brescia)

Quando arrivi da un campionato poco seguito e sicuramente non tra i più intriganti dell’intero panorama europeo, le incognite che ti accompagnano sono molteplici. Eppure il buon Jesse ha sempre dimostrato di aver coraggio da vendere nella propria carriera. Non è da tutti rimanere in campo dopo aver perso due denti in seguito a un pazzesco scontro di gioco (lo scorso anno in una partita di EL contro i connazionali del Kups). E così, anche in questa avventura italiana, il carattere coriaceo di Joronen sta venendo fuori. Il Brescia pare abbia soffiato il gigante di Rautjärvi a più di una squadra inglese. Il gioco di Corini, votato all’attacco, è sicuramente una variabile negativa da considerare: sono 9 i goal subiti in 6 partite. Ma la media voto di 6,42 lo rende una felice sorpresa per i fantallenatori. Molto reattivo nonostante i ben 197 cm e abile nelle uscite. E chissà che non riesca a mettere in discussione anche il posto di Hradecky in Nazionale.

Marco Silvestri (Hellas Verona)

Carriera strana quella di Marco Silvestri. Solo tre presenze con il Cagliari in serie A nel lontano 2014 e successivamente esperienza in Inghilterra col Leeds United, fatta di pochi acuti e tanti bassi. Finché non è arrivata la chiamata della compagine scaligera decisa a puntare sul 28enne di Castelnovo ne’ Monti. Sicuro tra i pali e un po’ più timido nelle uscite, ma i 3 clean sheet di queste prime 7 partite confermano l’ottimo approccio dell’estremo difensore dell’Hellas con la massima serie. Solo 5 i goal subiti di cui 3 su rigore che rendono merito all’ottima tenuta difensiva della squadra di Juric. La media voto recita 6,29 che sarà difficile ma non impossibile da mantenere nei prossimi mesi. Tenuto poi conto della somma esigua spesa per acquistarlo siamo sicuri che rimarrà un’ottima scelta per la vostra rosa. E se il pressing corale della squadra veronese dovesse reggere …

Robin Olsen (Cagliari)

Seppure possa sembrare un incredibile ossimoro associare il nome di Robin Olsen alle sorprese positive di questo inizio di stagione, vi diciamo subito che non si tratta di alcuna figura retorica. L’ex portiere della Roma ha guadagnato a suon di prestazioni questo parziale riconoscimento. Non tanto per i 6 goal subiti in altrettante partite disputate, piuttosto per la sicurezza che ha dimostrato tra i pali del ‘Casteddu’ e che, ne siamo certi, avrà stupito anche i dirigenti giallorossi abituati a ben altri epiloghi con la maglia della città della capitale. Media voto addirittura di 6,58 e scommessa per ora vinta da Giulini & Co. La paura che possa tornare quello di Roma non può scomparire così facilmente, ma la speranza che il vento sardo possa continuare a rinvigorire il sangue freddo del portiere scandinavo è una possibilità a questo punto non da scartare a priori. E il ritorno di Cragno è ancora lontano.

Se per un motivo o per un altro dovessero essere ancora liberi in leghe numerose, da 8 partecipanti in su, vi consigliamo di accaparrarveli il prima possibile e battere sul tempo i vostri avversari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *