Musa Barrow al Bologna: cosa fare al fantacalcio?

Ultimo aggiornamento:

Ancora uno squillo in questo mercato di riparazione: il talentuoso Musa Barrow si trasferisce al Bologna. Grande colpo (l’ennesimo a dirla tutta) di Walter Sabatini, ds che si sa ama investire sui giovani di belle speranze, che si assicura in una sola tranche i due gioiellini dell’Atalanta Barrow, appunto, e Ibanez. Andiamo a vedere cosa aspettarci dall’attaccante gambiano classe ’98.

Caratteristiche tecnico/tattiche di Musa Barrow

Musa Barrow è un calciatore ancora tutto da scoprire e da sgrezzare, ma sin dal campionato Primavera ha dimostrato di avere i numeri del predestinato. Attaccante fisicamente dotato (altezza 183 cm) e atleticamente non da meno, nelle apparizioni (principalmente da subentrato) ha giostrato su tutto il fronte offensivo, sostituendo via via i vari Ilicic, Gomez e Zapata. Tra i grandi il gambiano non ha ancora confermato i numeri prorompenti che aveva in Primavera (capocannoniere con 23 gol in 18 partite) e attualmente il suo score è di 8 gol in 50 presenze tra campionato e coppe (fonte Transfertmarkt). Non da buttare comunque, dal momento che, come appena detto, si tratta più che altro di spezzoni di gara.

Fantacalcisticamente, Musa Barrow al Bologna

Gasperini in lui ha intravisto grandi potenzialità, ma non ha potuto garantirgli quella continuità di cui un giovane ha bisogno per trovare la definitiva consacrazione. Per questo Musa sbarca a Bologna per rinforzare un reparto già pimpante ma che a livello numerico, vista la partenza di Destro (già accasatosi al Genoa) e la poca affidabilità fisica di Santader, necessita di un altro terminale. Occasione d’oro per Barrow, che sicuramente arriva nell’ottica di fare il titolare a lungo termine, ma che nell’immediato dovrà vincere la concorrenza dell’intramontabile Palacio.

Il nostro consiglio, Barrow al Fantacalcio

Secondo noi Barrow può rappresentare una buonissima scommessa, soprattutto se avete anche Palacio, per completare la vostra batteria di attaccanti. Può anche giocare in coppia con l’argentino, ma più che altro questa appare un’ipotesi da sfruttare a gara in corso. Per i fantallenatori della tipologia Talent Scout (sì, parliamo proprio a voi che sfogliate le testate di tutti i quotidiani sportivi a luglio per scovare i talenti delle neopromosse!) è un’occasione da non lasciarsi sfuggire. Con moderazione però: come detto, Barrow ha ancora tutto da dimostrare, per cui non ha senso spendere una grossa fetta del budget a disposizione su di lui e dovrà sudare per guadagnarsi un posto da titolare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *