7 giocatori low cost su cui puntare nel girone di ritorno

La vita è come una scatola di cioccolatini: non sai mai quello che ti capita”. La stessa cosa vale un po’ anche per il fantacalcio: acquisti Piatek nella speranza che possa condurti alla vittoria e poi ti ritrovi ultimo in classifica, scavalcato da chi in squadra ha Mancosu, Kumbulla e Boga. Ma la stagione non è ancora finita e il risultato può essere ribaltato, soprattutto se all’asta di riparazione si punta sui profili giusti.

Di seguito ti sveliamo quali, secondo noi, possono essere quei giocatori che all’asta di riparazione acquistabili con pochi spiccioli. La speranza è che questi giocatori possano portare alla nostra squadra bonus e voti importanti nel girone di ritorno.

Mattia Perin (Genoa)

Complice un infortunio nel finale di stagione scorso, e l’acquisto di Buffon da parte della Juve, quello che doveva essere uno dei portieri italiani più talentuosi nel panorama italiano, si è ritrovato a non giocare nemmeno una partita nella stagione attuale. Poi, in una fredda giornata di gennaio, arriva la notizia che nessuno si aspettava “Perin è nuovo giocatore del Genoa”. Tanti saluti a Radu e titolarità già dalla prima partita. I risultati non si fanno attendere: contro Sassuolo e Verona arriva un doppio 6,5 che per chi gioca col modificatore è oro. Nell’ultimo turno ha preso 5 in pagella ma l’avversario era di quelli tosti e la sua difesa con tante assenze.

Perin al Genoa sarà titolare e almeno dalle prime partite sembra tornato il portierone di qualche stagione fa. Quindi, se in questo mercato siete alla ricerca di un portiere che vi porti la sufficienza, Perin fa al caso vostro.

Mattia Caldara (Atalanta)

Quando fu ufficializzato il passaggio di Caldara dalla Juve al Milan, tutti si aspettavano una sua consacrazione in rossonero. Invece scopri che Caldara è un po’ come “lo strano caso del dottor Jekyll e mister Hyde”: forte e decisivo a Bergamo, fragile e panchinaro a Milano. Anche lui era stato catalogato come uno dei giovani difensori più forti del momento ma, purtoppo, il suo passaggio in rossonero ha mandato “al diavolo” la speranza di vedere in lui un futuro Baresi o Nesta che sia. Ora è tornato a casa nella sua Atalanta e dalle parole di Gasperini si è capito che l’allenatore punterà sul suo pieno recupero.

Se qualcuno se lo fosse dimenticato, Caldara è stato uno dei difensori più pagati nelle leghe e, se tornasse a giocare come qualche stagione fa, farà la differenza anche al fantacalcio. Naturalmente acquistarlo è un rischio; contro la Spal ha giocato dal primo minuto ma non ha ancora la sicurezza del posto da titolare. Attenzione: è sconsigliato prenderlo per chi ha pochi titolari. È vero che può tornare molto affidabile al fantacalcio ma potrebbe essere anche un’altra stagione da buttare. Non scommetteteci ad occhi chiusi, prendetelo solo se vi avanza un buco libero come scommessa.

Julian Chabot (Sampdoria)

È arrivato quasi nell’anonimato totale e, complici alcune brutte prestazioni sotto la gestione Di Francesco, è rimasto in panchina come riserva. In realtà Chabot è un difensore giovane e capace di grandi prestazioni. Lo sa, o per lo meno lo ha scoperto, pure Claudio Ranieri che nelle ultime due partite si è affidato al tedesco dal primo minuto. I risultati si sono visti: 7 contro il Milan (tenendo a bada un certo Ibra) e 6,5 contro un modesto ma pericoloso Brescia. Contro la Lazio è arrivato un brutto 4 in pagella, da sommare all’espulsione, ma l’avversario era qualcuno con cui chiunque avrebbe faticato. La quotazione è bassa e per chi vuole provare l’ebrezza di una scommessa, Chabot è il nome giusto. Il nostro consiglio è comunque quello di prenderlo in coppia con un altro centrale doriano, ma vista la partenza di Murillo e il brutto infortunio di Ferrari, la sua titolarità è quasi scontata. Scommettiamoci!

Fabio Borini (Hellas Verona)

Fabio Borini si lascia alle spalle 75 presenze e 8 gol al Milan, ma soprattutto quella sensazione di non essere più utile alla causa. Approda in una delle squadre rivelazione di questo campionato che, con 22 punti nel girone d’andata, cerca una salvezza tranquilla. Per caratteristiche tecniche e tattiche, Borini potrà facilmente adattarsi al gioco muscoloso e veloce del Verona. Si è visto nella partita in casa del Bologna dove, pur entrando a partita in corso, ha saputo dare un contributo decisivo alla sua squadra segnando il gol del pareggio. La scommessa può valere qualche bel bonus ma non aspettatevi una sua immediata titolarità e soprattutto non spendete troppi crediti. Crederci, ma con parsimonia e razionalità!

Nicolas Dominguez (Bologna)

Per lui il Bologna ha speso circa 7 milioni e in patria è considerato uno dei futuri talenti del calcio mondiale. Nico Dominguez (abbiamo scritto un approfondimento su di lui, clicca il nome per leggerlo) è un centrocampista molto duttile; nasce mezz’ala ma può giocare pure come regista. Ha un’ottima capacità nell’inserimento in area ma anche una tecnica pregevole e una discreta lettura di gioco. I tempi di ambientamento fisiologico e la spietata concorrenza nel centrocampo falsineo non lo aiuteranno a ottenere subito la titolarità, ma questo è un giocatore che davvero può esplodere da un momento all’altro. In Argentina ha collezionato 5 gol in 13 presenze e il ct Scaloni l’ha già chiamato nella nazionale maggiore. Nel Bologna ha già fatto il suo esordio in campionato conquistando due modesti 6 in pagella. Questo è il profilo perfetto quando nel fantacalcio si parla di scommessa. Come già detto, può essere la vostra grande scoperta o rivelarsi pure un grande flop. Puntateci ma senza dilaniare le vostre finanze. Buona fortuna!

Matteo Politano (Roma?)

Con Spalletti era un punto fermo dell’Inter e della nostra formazione al fantacalcio. Con Conte, invece, complice soprattutto l’inadattabilità al suo modulo, è diventato un esubero. La Roma, visto il grave infortunio di Zaniolo, ha deciso di puntare tutto sul ritorno di Politano in giallorosso e, nonostante la brutta conclusione dell’affare Politano-Spinazzola, non è escluso che alla fine l’ex sassuolo possa sbarcare a Roma in questa sessione invernale di calciomercato. Difficile che possa restare a Milano visti gli ultimi sviluppi.

Se Politano andrà a Roma, giocherà esattamente come giocava nella scorsa stagione con Spalletti. È lecito aspettarsi lo stesso rendimento. In ogni caso, se si accasasse in qualsiasi squadra della serie A, con pochi crediti potete portare a casa un giocatore che sicuramente dirà la sua e che potrà regalare diversi bonus. Se avete un posto libero in attacco non fatevelo scappare, a costo di spendere qualcosa in più. Dopotutto Politano ha sempre dimostrato che, più che una scommessa, è una certezza.

Se dovesse rimanere all’Inter, non puntateci. 

Musa Barrow (Bologna)

Il Bologna si sta rivelando una delle squadre più attive del mercato invernale ed uno dei colpi messi a segno porta il nome di Musa Barrow. Il gambiano è cresciuto sotto le direttive di Gasperini ma, a un certo punto, ha chiesto più spazio. Visto che l’Atalanta non poteva assicurargli minutaggio ha deciso di cambiare aria e di indossare la maglia rossoblù.

Barrow è un centravanti molto rapido e veloce, riesce facilmente a liberarsi dell’avversario con il dribbling e sotto porta è davvero freddo e spietato. Il Bologna si è assicurato il gambiano, non solo come rinforzo in attacco, ma anche come prospetto per il futuro.

Occhio a questo giocatore. Il titolare per ora è Palacio ma, se si inserisse bene negli schemi di Mihajlovic, potrebbe rubargli il posto da titolare. Inoltre, grazie alla sua velocità, può giocare pure come esterno d’attacco (come si è potuto vedere contro il Verona). Se avete attaccanti che vi assicurano la titolarità ad ogni match, scommetteteci qualcosa. Se invece cercate qualcuno che vi assicura il voto a ogni partita il nostro consiglio è di guardate altrove.



 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *