Victor Moses all’Inter: cosa fare al fantacalcio?

Inter scatenata in questa finestra di mercato, dopo Young e in attesa di Eriksen (a giorni l’ufficialità) arriva l’esterno destro richiesto a gran voce da Antonio Conte: Victor Moses. Vecchia conoscenza del tecnico salentino, che lo ha allenato ai tempi del Chelsea, Moses arriva dopo un anno ai turchi del Fenerbahce, dove ha totalizzato 23 presenze tra campionato e coppe. Ultime stagioni tra alti e bassi per l’esterno nigeriano, che ha scelto il nerazzurro per ritrovare il mister che lo ha valorizzato in Premier Leauge e per ridare slancio alla propria carriera.

Caratteristiche tecnico/tattiche di Victor Moses

Victor Moses nasce come ala destra (all’occorrenza capace di giostrare anche sull’altra fascia) e proprio sotto la guida di Conte si evolve come esterno a tutta fascia, nel 3-4-3 che l’ex c.t azzurro aveva disegnato per i talentuosi attaccanti blues. Centrocampista di grande esperienza (conta anche 38 presenze con ben 12 reti in nazionale), fa della prestanza fisica la sua arma migliore, coadiuvata da grandi capacità nell’1vs1. Nonostante non sia un gigante (177 cm di altezza), difficilmente va a terra nei contrasti e riesce bene a proteggere il pallone. Preferisce sicuramente il coast-to-coast sulla fascia, ma non disdegna l’inserimento attraverso triangolazioni e scambi nel breve. Nell’Inter contiana agirà da esterno destro nel 3-5-2, giocandosi il posto con Candreva e cercando di rifornire di assist la coppia Lukaku-Lautaro. 

Fantacalcisticamente Victor Moses all’Inter

Dal momento che è un pupillo dell’allenatore nerazzurro, ci si aspetta che possa trovare discreto spazio in questa seconda metà di stagione. Dovrà tuttavia vincere la concorrenza di Candreva, altro fedelissimo di Antonio Conte, che interpreta il ruolo forse con più dedizione tattica ma meno prorompenza. A livello fantacalcistico non è da considerarsi un top di reparto, sia perché il ruolo implica anche compiti difensivi, togliendo un pizzico di lucidità in zona gol, sia perché, come appena detto, la titolarità non è propriamente scontata. Se sarà capace di inserirsi subito nei meccanismi ormai collaudati dello scacchiere di Conte, si rivelerà sicuramente utile e potrà portare in dote qualche bonus (in carriera sono 51 i gol e 41 gli assist, fonte Transfermarkt).

Il nostro consiglio, Victor Moses al Fantacalcio

Sicuramente è un giocatore da tenere d’occhio, ma per i motivi sopraelencati non conviene spenderci più di tanto. Per chi ha Candreva è senza dubbio un nome da considerare, magari approfittando del fatto che potrebbe essere sottovalutato per via del ruolo. In definitiva, non è il caso di svenarsi per Moses, però se avete già una buona batteria di titolari (o Candreva) fateci un pensierino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *