Ribaltone societario in casa Milan: cosa succede al fantacalcio

Ultimo aggiornamento:

Si annuncia un ennesimo ribaltone societario in casa Milan dopo l’intervista tutt’altro che amichevole rilasciata da Boban alla Gazzetta dello Sport. Il manager croato, infatti, ha sparato a zero contro il fondo Elliot e Ivan Gazidis. Dichiarazioni che, inevitabilmente, porteranno al suo licenziamento da manager rossonero. Ma andiamo con ordine.

Nelle scorse settimane, un articolo della “Bild”, uno dei maggiori quotidiani tedeschi, dava quasi per certo l’arrivo di Ralf Rangnick, ex allenatore dello Schalke 04, sulla panchina rossonera per la prossima stagione. Fin qui nulla di strano, se non fosse per le parole di Maldini che smentisce categoricamente la notizia e, anzi, indica proprio Rangnick come “inadatto” al calcio italiano e al Milan in particolare.

Passano i giorni e la notizia trova sempre più conferme tanto che si inizia a parlare del nuovo staff che accompagnerà proprio Rangnick nella sua nuova avventura in rossonero. Si arriva quindi all’intervista di sabato rilasciata da Boban alla rosea, nella quale accusa Gazidis di essere stato irrispettoso nei suoi confronti e del Milan in generale per non aver condiviso la scelta di sondare l’ex tecnico dello Schalke. Non solo, Zvonimir se la prende anche con Elliot per la poca chiarezza mostrata negli ultimi mesi. Vaso scoperto, licenziamento di Boban inevitabile ed ennesimo anno zero all’orizzonte per il Milan.

Salta subito all’occhio la differenza di vedute tra Gazidis, l’uomo di fiducia di Elliot e dotato di pieni poteri decisionali, e Boban\Maldin, referenti dell’area tecnica. Mentre il primo è maggiormente interessato allo sviluppo economico e societario del Milan, i secondi avrebbero preferito vedere un Milan subito competitivo sul campo con l’innesto di giocatori pronti e di valore. Ecco perché hanno fortemente voluto il ritorno di Ibra.

Gazidis è stato ingaggiato per individuare giovani da acquistare, far crescere, valorizzare e magari rivendere a cifre considerevoli, in pieno stile Arsenal. Il suo è, però, un progetto a lungo termine, che può dare i suoi frutti nel corso degli anni.

Cosa potrebbe cambiare al fantacalcio?

L’addio ormai imminente di Boban dovrebbe influenzare anche la permanenza di Maldini, sempre più lontano da casa Milan. Ma non solo, nelle ultime ore sta mostrando diverse perplessità anche Stefano Pioli il quale, ormai dovrebbe essere assodato, non sarà l’allenatore del Milan nella prossima stagione. Non sono da escludere le sue dimissioni dopo la partita di coppa Italia contro la Juve. Capitolo giocatori: Ibrahimovic, fortemente voluto da Boban e Maldini, con l’arrivo del nuovo “asset” tecnico non avrebbe più alcun motivo di prolungare la sua seconda esperienza in maglia rossonera. Lo stesso discorso vale anche per Donnarumma, spinto da Raiola a cercare altri lidi che gli garantiscano maggiori sicurezze e possibilità di vincere trofei importanti. Tutto ciò, inevitabilmente, può destabilizzare un ambiente già insicuro di suo e che, dopo molte fatiche, stava ritrovando una sua dimensione in campionato. I giocatori stessi, sapendo dell’imminente scossone societario e nuovo anno zero all’orizzonte, potrebbero non avere stimoli a sufficienza per il finale di stagione e staccare la spina dal campo. Tutto ciò inevitabilmente influenza il nostro fantacalcio, come se già non lo fosse visti i recenti sviluppi. Giocatori “in bilico” come Ibrahimovic, Donnarumma, Kjaer, Kessiè e Rebic potrebbero calare di rendimento consapevoli di lasciare la causa milanista a fine stagione.

Cosa consigliamo dunque? 

Innanzitutto va monitorata continuamente la situazione e gli sviluppi delle prossime ore. Un test significativo in tal senso potrebbe arrivare dalla partita di coppa contro la Juve. Da lì capiremo se i giocatori hanno risentito o meno delle vicende societarie. Secondariamente puntiamo su quei giocatori che hanno sempre dato il loro contributo anche in momenti delicati, ovvero Hernandez, Romagnoli e Castillejo. Capitolo Ibra: lo svedese è pur sempre un’arma da lanciare in campo, anche se probabilmente andrà via a fine stagione. Lo stesso vale per Donnarumma che vuole confermare la titolarità della porta azzurra per i prossimi europei. Resta da capire il futuro di Pioli che, inevitabilmente, condizionerà morale e tattica della squadra. Insomma, ennesimo ribaltone in casa Milan che, a dirla tutta, non fa affatto bene a squadra, tifoseria e fantacalcio.

Cosa ne pensi della vicenda Milan? Scrivicelo nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *