Ci (ri)siamo! Ecco i calciatori tornati a disposizione per la ripresa del campionato

Ultimo aggiornamento:

La ripresa del campionato è alle porte e, con essa, il ritorno del fantacalcio e dei crucci di formazione di ogni fantallenatore che si rispetti. In questo articolo prenderemo in esame quei calciatori che, prima della crisi sanitaria, avevano chiuso anzitempo la stagione causa infortunio e che ora, allungatisi i tempi, sono tornati a disposizione o stanno per recuperare. Cercheremo, calciatore per calciatore, di capire quale potrà essere il loro apporto alla squadra e al fantacalcio, anche in base alle gerarchie eventualmente mutate durante gli acciacchi.

Luca Ceppitelli (Cagliari)

L’esperto centrale difensivo e capitano del Cagliari ha saltato quasi tutte le gare giocate in questa stagione (21 partite) a causa di una fascite plantare che non gli ha dato tregua. Le continue ricadute e il dolore persistente avevano dipinto uno scenario a tinte scure per lui che, probabilmente, aveva immaginato pre-Covid di non poter più scendere in campo fino a fine stagione. Lieta sorpresa, dunque, per i fantallenatori e per il Cagliari che potranno nuovamente contare sulla sua solidità lì nelle retrovie. Secondo le cronache, è probabile che non riesca a scendere in campo immediatamente alla ripresa e che ci voglia ancora qualche turno di riposo, ma appare scontato che uno tra Klavan e Pisacane dovrà fargli spazio. CAPITANO CORAGGIOSO

Giorgio Chiellini (Juventus)

Il centrale della Nazionale e colonna della Juventus aveva riportato ad agosto scorso la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. In base ai tempi di recupero, avrebbe potuto sperare al massimo di far parte della spedizione azzurra dell’Europeo ma, date le circostanze, è probabile che possa scendere in campo in alcune delle prossime uscite della Vecchia Signora. Attenzione però a fare pieno affidamento su di lui sia per il probabile ritardo di condizione che gli impedirà di essere sempre presente, sia perché Sarri potrebbe sfruttare la sua esperienza soprattutto nelle partite di Champions. PUNTO DI DOMANDA

Merih Demiral (Juventus)

Il centrale ex Sassuolo si è infortunato lo scorso 13 gennaio in occasione della sfida contro la Roma. Crociato e menisco ko per il turco che aveva dato addio anzitempo alla stagione e al fantacalcio. Per lui, invece, il rientro è previsto per gli inizi di luglio. E’ probabile che, se la tenuta fisica sarà considerata accettabile, Sarri possa sfruttarlo in questo rush finale considerate anche le non perfette condizioni di Chiellini. RISORSA

Mitchell Dijks (Bologna)

Assente dai campi di gioco dal 18 ottobre scorso causa grave infrazione al secondo dito del piede destro, anche per l’esterno sinistro olandese il Covid ha rappresentato una, seppur triste, occasione per recuperare dall’infortunio ed essere nuovamente a disposizione per queste ultime giornate di campionato. Pienamente ristabilito, sarà schierato da  Mihajlovic sulla sua fascia di competenza e potrà dare senz’altro il suo apporto sia al Bologna sia alle vostre fantasquadre. Da valutare le sue condizioni atletiche ma, stando alle cronache, dovrebbe essere in ottima forma. SORPRESA

Alex Ferrari (Sampdoria)

Dopo il trauma distorsivo con conseguente grave lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro occorsa il 27 dicembre scorso, anche per il centrale blucerchiato la stagione agonistica poteva dirsi conclusa. Con questo slittamento, invece, potrebbe tornare a disposizione per le ultime gare del campionato in corso anche se appare difficile che il ragazzo possa ritagliarsi spazio tra i titolari. L’arrivo di Tonelli e Yoshida a gennaio e la presenza di Colley e Chabot fanno di Ferrari una probabilissima se non certa panchina, anche e soprattutto viste le precarie condizioni in cui tornerà a disposizione di mister Ranieri. RISERVA

Roberto Inglese (Parma)

Potrebbe essere giunto al termine il calvario che ha vissuto l’attaccante gialloblu in questa stagione. Una grave distorsione alla caglia prima e un gravissimo infortunio ai flessori della coscia destra poi avevano decretato la fine anticipata della sua stagione lasciando spazio a Cornelius. Tornato a disposizione di D’Aversa, ha la possibilità di ritornare protagonista al centro dell’attacco del Parma facendo staffetta col compagno di reparto danese. SCOMMESSA

Christian Kouamé (Fiorentina)

Molto particolare e doppiamente insolita la situazione che sta vivendo il rapido attaccante ivoriano. Oltre a dover fare i conti con la possibilità di dire ancora la sua in un campionato giudicato per lui finito, avrà e sta avendo la necessità di adattarsi a un nuovo ambiente. In occasione della sessione di mercato invernale, infatti, Kouamé è passato dal Genoa alla Fiorentina senza, peraltro, poter prendere confidenza con compagni e allenatore causa crociato a pezzi. Ora che il suo rientro è imminente sarà interessante scoprire come e se Iachini vorrà sfruttare le sue doti da brevilineo. AZZARDO

Senad Lulic (Lazio)

Il capitano della Lazio si era già messo l’anima in pace sapendo di non poter lottare per lo scudetto con i suoi compagni causa caviglia in disordine. Sottoposto a intervento chirurgico, l’esperto esterno bosniaco potrà calcare i campi di gioco da inizio luglio, in tempo per la volata scudetto. Visti i tanti impegni ravvicinati e la rosa non lunghissima della Lazio, è assai probabile che Inzaghi gli darà spazio. Difficile, però, puntare completamente su di lui sia per la natura dell’infortunio, sia per l’età non più verde del calciatore. ALTERNATIVA

Kevin Malcuit (Napoli)

Fermato anche lui da una lesione del crociato anteriore del ginocchio destro, il terzino del Napoli aveva salutato fino a giugno. Adesso si trova nuovamente in gioco e vorrà dare il suo apporto alla squadra impegnata ancora su più fronti. Difficile, però, capire se e come Gattuso vorrà dargli spazio anche perché Malcuit si è infortunato quando alla guida tecnica c’era ancora Ancelotti e non ha vissuto il cambio di allenatore, di schema e di tattica come i compagni. Viste le sue dote atletiche, comunque da saggiare dopo il lungo stop, potrebbe far comodo al tecnico campione del mondo anche se è difficile fare una previsione di utilizzo. POTENZIALE

Franck Ribery (Fiorentina)

Particolare la situazione del campione francese in forza alla Viola di Iachini. Già prima del lockdown sembrava, infatti, che potesse recuperare dai gravi problemi alla caviglia prima della fine del campionato in corso. Con lo slittamento di tre mesi in avanti di tutto il carrozzone calcistico, “Scarface” è pronto a dare nuovamente una mano alla causa. Certo, ci sono da monitorare giorno per giorno le sue condizioni fisico/atletiche, ma è difficile immaginare che la Fiorentina possa privarsi della sua presenza e della sua immensa classe. HIGHLANDER

Stefano Sensi (Inter)

Vero e proprio “crack” di inizio stagione e nota lietissima per l’Inter e per i fantallenatori che avevano puntato su di lui, Sensi ha dovuto fare ben presto i conti con una fragilità fisica che ne ha minato il rendimento. Prima un problema agli adduttori, poi al polpaccio della gamba sinistra e infine un infortunio alla caviglia destra non gli hanno permesso di dare il suo apporto nelle fasi cruciali della stagione in corso. Adesso il folletto azzurro è tornato a disposizione di Conte ed è alla ricerca della migliore condizione fisica. Sarà interessante capire come, dove e quanto sarà impiegato visto anche l’arrivo a gennaio di Eriksen che, di fatto, rappresenta la sua alternativa naturale. Certo, dovesse riprendere a macinare gioco, a segnare e fornire assist fin da subito, sarebbe davvero difficile lasciarlo in panca. DIAMANTE FRAGILE 

Nicolò Zaniolo (Roma)

La stellina del calcio italiano aveva fatto sussultare i cuori dei tifosi della Roma e della Nazionale quando, lo scorso 11 gennaio, si accasciò dolorante a terra colpito dallo juventino Rabiot. Crociato rotto e menisco a pezzi: campionato finito e addio Europeo. A distanza di 6 mesi le prospettive sono assai diverse con la manifestazione continentale posticipata di 12 mesi e con un terzo di campionato ancora da giocare. Certo, visto il tipo di infortunio, è difficile che la Roma rischi una drammatica ricaduta gettandolo subito nella mischia, ma è abbastanza sicuro che Zaniolo possa dare spesso il suo apporto nelle ultime giornate di campionato. Se lo avete per qualche motivo ancora in rosa, credeteci; se avete l’occasione di acquistarlo, non esitate. REDIVIVO 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *